Venezuela, strage di bimbi leucemici

| Muore Erick, 11 anni, in quarto in un mese per un'infezione ospedaliera nell'interminabile attesa del trapianto di midollo. Il regime ha distrutto anche la Sanità ma per i grillini chi lo combatte è un "golpista"

+ Miei preferiti

@preparafamilia

 Oggi #26Maggio muore il quarto bambino in attesa di trapianto di midollo osseo. Erick Altuve (11) anni. Un abbraccio per i suoi genitori. #JusticeForErick #

Una tragica notizia, via twitter, l’ennesima sullo stato disastroso della sanità in Venezuela, distrutta da un regime che impegna le sul ultime risorse per difendersi dal popolo in rivolto, che - in Italia - dovrebbe far riflettere la componente grillina del governa, il particolare il sottosegretario degli Esteri Manlio Di Stefano, che ha definito il disperato tentativo del presidente ad interim Juan Guaidò di riportare la democrazia nel suo Paese stremato dalla fame e dalla miseria “un golpe”, mettendo in grave crisi l'immagine del nostro Paese

Erick Altuve, 11 anni, è morto domenica 26 maggio, era in attesa da mesi di un trapianto di midollo osseo presso l'ospedale JM de los Ríos di Caracas. Il ragazzo faceva parte di un gruppo di 30 bambini che soffrono di leucemia linfoblastica e richiedono trapianti di midollo osseo. Con Altuve sono quattro i decessi confermati per questo motivo nel centro di salute pediatrica durante il mese di maggio. Giovanni Figuera, 6 anni, è morto lo scorso 6 maggio. Successivamente, la morte di Robert Redondo, 7 anni, è stata annunciata solo due giorni fa. Yeiderberth Requena, 8 anni, è morto sabato sera mentre era in terapia intensiva. Ha avuto una seconda ricaduta della sua condizione.

Una fonte ha confermato a El Nacional che ai bambini deceduti era stata diagnosticata una polmonite in ospedale a causa delle scarse infrastrutture e dalla diffusione di infezioni ospedaliere. “Continua così la tragedia finale  di bambini che muoiono in attesa di decisioni politiche", riflette Susana Raffalli, un'attivista per i diritti umani. 

 
Sudamerica
Nel folle regno di Maduro un solo dollaro vale 10mila bolivares
Nel folle regno di Maduro un solo dollaro vale 10mila bolivares
Valori assurdi che testimoniano la sofferenza del popolo venezuelano nella morsa soffocante del chavismo. Ma i grillini al governo italiano proteggono il regime
Il presidente messicano: gli USA troppo duri con El Chapo
Il presidente messicano: gli USA troppo duri con El Chapo
In una conferenza stampa in cui ha annunciato la lotta senza quartiere ai cartelli della droga, López Obrador ha definito disumano” il trattamento riservato all’ex signore del narcotraffico
Narcos sequestrano e uccidono
i profughi
Narcos sequestrano e uccidono<br> i profughi
La tragedia di un padre guatemalteco con un bimbo di 10 anni. Rapiti in Messico, i narcos hanno chiesto il riscatto ai loro parenti in USA. Ma hanno ucciso il padre e ferito il bimbo
Maduro licenzia i generali sospettati di tradimenti: azzerati i vertici delle forze armate
Maduro licenzia i generali sospettati di tradimenti: azzerati i vertici delle forze armate
L’Onu accusa Maduro di violenza
L’Onu accusa Maduro di violenza
Finito nelle mani dell’Alto Commissario per i Diritti Umani Michelle Bachelet, nel rapporto si ripercorre l’omicidio del capitano Rafael Acosta, torturato e ucciso come è accaduto a migliaia di altri dissidenti
Ufficiale torturato e ucciso, il regime accusa due agenti-sicari
Ufficiale torturato e ucciso, il regime accusa due agenti-sicari
Orrore a Caracas. Il capitano di corvetta Rafael Acosta Averalo torturato nei sotterranei del DGCIM, il controspionaggio militare. Autopsia ritardata per nascondere le violenze? Una giornalista: "Corpo nascosto"
Tortura e morte nel regime di Maduro
Tortura e morte nel regime di Maduro
Indagine sulla morte del capitano di corvetta Rafael Acosta Arevalo. Fermato dal controspionaggio militare il 22 giugno. La denuncia degli avvocati, il regime apre un'inchiesta. Guaidò: "Colpa della repressione di Maduro"
Arrestato per droga un collaboratore di Bolsonaro
Arrestato per droga un collaboratore di Bolsonaro
Un sergente dell’aviazione brasiliana dello staff presidenziale bloccato in Spagna con un grosso quantitativo di cocaina. L’imbarazzo del presidente
La 'congiura dei pensionati' per uccidere Maduro
La
Il regime di Caracas avrebbe scoperto un complotto di militari e poliziotti fuori servizio che volevano bombardare Maduro e i suoi accoliti e fare un golpe anche contro Guaidò. Ma prove, come al solito, zero
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos: 'colpevole' di autogol
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos:
Sono passati 25 anni dall'omicidio di Andrès Escobar, 18enne difensore della Nazionale Colombiana. Ai mondiali del '94 fece un autogol durante la partita con gli USA. Fu ucciso da un narcos. Il 2 luglio il giorno della memoria