Venezuela, strage di bimbi leucemici

| Muore Erick, 11 anni, in quarto in un mese per un'infezione ospedaliera nell'interminabile attesa del trapianto di midollo. Il regime ha distrutto anche la Sanità ma per i grillini chi lo combatte è un "golpista"

+ Miei preferiti

@preparafamilia

 Oggi #26Maggio muore il quarto bambino in attesa di trapianto di midollo osseo. Erick Altuve (11) anni. Un abbraccio per i suoi genitori. #JusticeForErick #

Una tragica notizia, via twitter, l’ennesima sullo stato disastroso della sanità in Venezuela, distrutta da un regime che impegna le sul ultime risorse per difendersi dal popolo in rivolto, che - in Italia - dovrebbe far riflettere la componente grillina del governa, il particolare il sottosegretario degli Esteri Manlio Di Stefano, che ha definito il disperato tentativo del presidente ad interim Juan Guaidò di riportare la democrazia nel suo Paese stremato dalla fame e dalla miseria “un golpe”, mettendo in grave crisi l'immagine del nostro Paese

Erick Altuve, 11 anni, è morto domenica 26 maggio, era in attesa da mesi di un trapianto di midollo osseo presso l'ospedale JM de los Ríos di Caracas. Il ragazzo faceva parte di un gruppo di 30 bambini che soffrono di leucemia linfoblastica e richiedono trapianti di midollo osseo. Con Altuve sono quattro i decessi confermati per questo motivo nel centro di salute pediatrica durante il mese di maggio. Giovanni Figuera, 6 anni, è morto lo scorso 6 maggio. Successivamente, la morte di Robert Redondo, 7 anni, è stata annunciata solo due giorni fa. Yeiderberth Requena, 8 anni, è morto sabato sera mentre era in terapia intensiva. Ha avuto una seconda ricaduta della sua condizione.

Una fonte ha confermato a El Nacional che ai bambini deceduti era stata diagnosticata una polmonite in ospedale a causa delle scarse infrastrutture e dalla diffusione di infezioni ospedaliere. “Continua così la tragedia finale  di bambini che muoiono in attesa di decisioni politiche", riflette Susana Raffalli, un'attivista per i diritti umani. 

 
Sudamerica
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
Messico: arrestato il boss del cartello di Santa Rosa
José Antonio Yépez Ortiz, “El Marro”, era da tempo sotto i riflettori delle forze di sicurezza messicane: nello stato di Guanajuato, dove agisce il suo cartello, si sono registrati quasi 1700 omicidi dall’inizio dell’anno
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
La stampa brasiliana denuncia Bolsonaro
Il presidente accusato di aver esposto a possibile contagio i giornalisti durante la conferenza stampa in cui ha rivelato di aver contratto il virus
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Troppi morti? Bolsonaro oscura i dati del Brasile
Il presidente del Paese in cui è attivo il secondo focolaio più esteso e preoccupante del mondo ha deciso di nascondere i dati di contagi e decessi annunciando un misterioso nuovo metodo di conteggi
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Argentina: lo stupro di gruppo «uno sfogo sessuale»
Polemiche e rabbia per la sentenza di un tribunale che di fatto scagiona tre giovani, figli di famiglie influenti, dello stupro di una 16enne, considerato “atto di sollievo”
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
El Salvador, l’irresistibile ascesa di Nayib Bukele
Molti lo considerano un salvatore, altri un giovane rampante che studia da leader senza scrupoli. Il presidente millenials sta usando la pandemia per sfidare il Congresso
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
Il Messico è sotto assedio, ma non dal virus
La nazione centramericana è l’unica al mondo in cui i morti per coronavirus sono meno di quelli provocati dalla malavita: feroci guerre tra i cartelli provocano centinaia di morti. E intanto, in uno zoo è nato un raro tigrotto
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
Panama, per contenere la pandemia si dividono i sessi
La troppa gente in giro malgrado le restrizioni, ha convinto il governo a varare inedite misure sessiste: separare la settimana per uomini e donne
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Venezuela: verso un accordo Trump-Maduro?
Dopo aver cercato per anni, senza successo, di destabilizzare il governo del Paese sudamericano, gli Stati Uniti adottano una strategia diversa: coinvolgere il partito del presidente invitandolo a creare un governo transitorio
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Gli USA: Maduro è un narcotrafficante
Un mandato di cattura per traffico di sostanze stupefacenti e terrorismo, accompagnato da una taglia di 15 milioni di dollari per la cattura. Gli Stati Uniti alzano il tiro contro il leader chavista odiato dal popolo
Bolsonaro: in Italia tanti morti perché è un paese di vecchi
Bolsonaro: in Italia tanti morti perché è un paese di vecchi
Dal presidente brasiliano una sprezzante e leggera visione della crisi che attanaglia il nostro Paese. In Brasile cresce la protesta contro quello Bolsonaro che ha definito “semplice isterismo”