Venezuela, strage di bimbi leucemici

| Muore Erick, 11 anni, in quarto in un mese per un'infezione ospedaliera nell'interminabile attesa del trapianto di midollo. Il regime ha distrutto anche la Sanità ma per i grillini chi lo combatte è un "golpista"

+ Miei preferiti

@preparafamilia

 Oggi #26Maggio muore il quarto bambino in attesa di trapianto di midollo osseo. Erick Altuve (11) anni. Un abbraccio per i suoi genitori. #JusticeForErick #

Una tragica notizia, via twitter, l’ennesima sullo stato disastroso della sanità in Venezuela, distrutta da un regime che impegna le sul ultime risorse per difendersi dal popolo in rivolto, che - in Italia - dovrebbe far riflettere la componente grillina del governa, il particolare il sottosegretario degli Esteri Manlio Di Stefano, che ha definito il disperato tentativo del presidente ad interim Juan Guaidò di riportare la democrazia nel suo Paese stremato dalla fame e dalla miseria “un golpe”, mettendo in grave crisi l'immagine del nostro Paese

Erick Altuve, 11 anni, è morto domenica 26 maggio, era in attesa da mesi di un trapianto di midollo osseo presso l'ospedale JM de los Ríos di Caracas. Il ragazzo faceva parte di un gruppo di 30 bambini che soffrono di leucemia linfoblastica e richiedono trapianti di midollo osseo. Con Altuve sono quattro i decessi confermati per questo motivo nel centro di salute pediatrica durante il mese di maggio. Giovanni Figuera, 6 anni, è morto lo scorso 6 maggio. Successivamente, la morte di Robert Redondo, 7 anni, è stata annunciata solo due giorni fa. Yeiderberth Requena, 8 anni, è morto sabato sera mentre era in terapia intensiva. Ha avuto una seconda ricaduta della sua condizione.

Una fonte ha confermato a El Nacional che ai bambini deceduti era stata diagnosticata una polmonite in ospedale a causa delle scarse infrastrutture e dalla diffusione di infezioni ospedaliere. “Continua così la tragedia finale  di bambini che muoiono in attesa di decisioni politiche", riflette Susana Raffalli, un'attivista per i diritti umani. 

 
Sudamerica
Ordine di cattura per Evo Morales
Ordine di cattura per Evo Morales
Il presidente boliviano, in carica da 13 anni, costretto alle dimissioni da pressioni interne e internazionali. L’annuncio che la polizia lo cerca per arrestarlo
Messico: strage di Mormoni
Messico: strage di Mormoni
Tre donne e sei bambini crivellati di colpi e bruciati all’interno delle auto su cui viaggiavano al confine con gli Stati Uniti: erano diretti ad un matrimonio
Messico: punito il sindaco dalle promesse facili
Messico: punito il sindaco dalle promesse facili
Durante la campagna elettorale, Jorge Luis Escandón Hernández aveva promesso nuove strade e investimenti, ma una volta eletto non ha fatto nulla. La folla lo ha prelevato dal suo ufficio, legato ad un pick up e trascinato per le strade
El Mencho, il nuovo signore della droga messicana
El Mencho, il nuovo signore della droga messicana
Dieci milioni di dollari di taglia a chi permetterà di catturare l’erede naturale di El Chapo. Un ex poliziotto che ha creato un impero con diramazioni in tutto il mondo
Messico, 2 morti sulle montagne russe
Messico, 2 morti sulle montagne russe
Un vagone della popolare Quimera è deragliato: l’attrazione del più noto parco di divertimenti di Città del Messico è stata messa sotto sequestro in attesa dei rilievi tecnici
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa
Il mistero dei 43 studenti di Ayotzinapa
Sono stati sequestrati cinque anni fa dalla polizia che voleva fermare tre autobus diretti a Città del Messico. Di loro non si sa più nulla, e le commissioni governative sono accusate di indagini lente e malfatte
Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio
Bimba uccisa dalla polizia, esplode la protesta a Rio
La piccola, 8 anni, è stata colpita da un proiettile esploso dalla polizia: centinaia di persone in piazza per protestare contro i provvedimenti sulla sicurezza voluti da governatore
Le vedove nere dei cartelli messicani
Le vedove nere dei cartelli messicani
Come il celebre ragno predatore sono belle, spietate, crudeli e assetate di sangue. C’è una nuova generazione di donne giovani che spinte dalla povertà, guidano organizzazioni criminali con polso fermo, in un mix di sesso, sangue e violenza
Muore la Kardashian di Sinaloa
Muore la Kardashian di Sinaloa
Claudia Ochoa Felix, 34enne messicana, era considerata una delle più spietate e potenti boss del narcotraffico messicano. È stata tradita da un’overdose fatale
Brasile, 4 stupri ogni ora
Brasile, 4 stupri ogni ora
Sono i drammatici risultati di un rapporto pubblicato da un’organizzazione non governativa. Preoccupa la posizione di Bolsonaro, presidente dalle posizioni misogine