"Venezuela sequestrato da narco-regime"

| Durissimo attacco della celebre pianista venezuelana Gabriela Montero contro il regime di Maduro. "In atto un genocidio per la scarsità di cibo e medicine, il popolo è sotto sequestro da parte di un cartello della droga"

+ Miei preferiti
Gabriela Montero, celebre pianista venezuelana, ha dichiarato ai media che la situazione in Venezuela non è dovuta a un problema ideologico della sinistra o della destra, ma al "rapimento del paese da parte di una società di narcotrafficanti. La situazione è così complessa che dobbiamo dirlo: il paese è sotto sequestro. In Venezuela non c'è un governo ma una narco-mafia, che compie un genocidio sistematico del popolo attraverso la scarsità di cibo e medicine, la mancanza di libertà di espressione e la presa di tutti i poteri pubblici, solo allora la comunità internazionale può capire cosa sta accadendo".

La pianista, che ha recentemente ricevuto il Premio Beethoven 2018 per il suo lavoro in difesa dei diritti umani, si è chiesta se nel paese si stia verificando un cambiamento politico attraverso un processo elettorale. "Non si tratta di un cattivo governo che finirà per i risultati delle elezioni. Siamo stati rapiti da un cartello della droga", ha detto.

ll periodo che includeva la malattia e la morte di Chávez, e l'arrivo al potere di Nicolás Maduro, fu accompagnato da una grave crisi del cambio di valuta estera nel paese, con effetti drammatici. I programmi sociali espressi nei magazzini del Mercal sono crollati e sono scomparsi tra tangenti e corruzione dilagante. Molti prodotti alimentari importati hanno iniziato a decomporsi alla dogana e nei porti. La decisione di Maduro di radicalizzare il modello politico Chavista ha prodotto il crollo storico dell'economia venezuelana, che si è espresso in una contrazione del 44% del prodotto interno lordo tra il 2014 e il 2018.

 

Alcune organizzazioni specializzate, come la Fondazione Bengoa e il Centro di Studi per lo Sviluppo dell'Università Centrale del Venezuela, avevano a lungo messo in discussione il pronunciamento della FAO, mettendo in guardia dal violento deterioramento delle condizioni sociali della popolazione e dalla crescita della fame in Venezuela, uno degli aspetti in cui il Chavismo ha tradizionalmente ritenuto di avere risultati concreti da mostrare. Né i leader del partito socialista unito al potere del Venezuela, né il gabinetto di Maduro si sono pronunciati sul nuovo rapporto della FAO.

 

Sudamerica
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos: 'colpevole' di autogol
Nazionale colombiano giustiziato dai narcos:
Sono passati 25 anni dall'omicidio di Andrès Escobar, 18enne difensore della Nazionale Colombiana. Ai mondiali del '94 fece un autogol durante la partita con gli USA. Fu ucciso da un narcos. Il 2 luglio il giorno della memoria
Caraibi, ancora un turista USA morto
Caraibi, ancora un turista USA morto
E' la nona vittima di strane malattie o malori improvvisi in 13 mesi. I familiari di Joseph Allen, 55 anni, uno sportivo in buona salute, vogliono sapere di cosa è morto. Trovato senza vita in un resort
Blackout in Sudamerica: 50 milioni di persone al buio
Blackout in Sudamerica: 50 milioni di persone al buio
Fra i paesi più colpiti l’Argentina e l’Uruguay, oltre ad alcune zone di altri paesi vicini. Il guasto, ancora da chiarire, è al sistema di interconnessione. La società fornitrice assicura: nel giro di poche ore torneremo alla normalità
Profughi venezuelani più numerosi dei siriani
Profughi venezuelani più numerosi dei siriani
Drammatica denuncia OAS, appello ad affrontare la crisi umanitaria nel Paese distrutto dal regime di Maduro e dai suoi alleati
Venezuela: inflazione al 37700x100. E Maduro stampa banconote da 50000 bolivar: carta straccia
Venezuela: inflazione al 37700x100. E Maduro stampa banconote da 50000 bolivar: carta straccia
Inflazione spaventosa, il regime stampa fogli di carta senza valore mentre i consumi di carne e latte scendono ai minimi storici. L'unica attività in progresso è la repressione: arrestato generale ed ex ministro
Il cimitero dell''aero-terrorismo'
Il cimitero dell
Chavez aveva finanziato una linea aerea tra Venezuela. Ira e Siria. Ora gli aerei della flotta giacciono in un cimitero nello stato brasiliano di Vargas
4 milioni di venezuelani in fuga
4 milioni di venezuelani in fuga
È stata definita una delle crisi umanitarie più grandi nella storia del Sudamerica. La maggior parte si dirige verso Colombia e Perù, ma diversi paesi iniziano a rendere più difficile l’ingresso
Il Brasile di Bolsonaro, tra pesticidi e omofobia
Il Brasile di Bolsonaro, tra pesticidi e omofobia
Dall'esagerata deforestazione dell’Amazzonia all’abuso dei pesticidi, dai soprusi verso le minoranze alla sottomissione nei confronti delle lobby internazionali: la popolarità del presidente in carica da gennaio sta rapidamente calando
Parlamentari in carcere, vivi o morti?
Parlamentari in carcere, vivi o morti?
Appello al regime di Maduro della famiglia del vice di Guaidò, Edgar Zambrano, in carcere dall'8 maggio. "Violati i diritti costituzionali, non sappiamo più nulla di lui". Ma i grillini italiani restano "neutrali". In cella 17 parlamentari
così muoiono i bimbi di Caracas'>Debito con l'Italia
così muoiono i bimbi di Caracas
Debito con lcosì muoiono i bimbi di Caracas' class='article_img2'>
La storia di Erick malato di cancro, morto nell'attesa di un trapianto negli ospedali italiani in base a un accordo del 2010. C'è un debito di 10,7 milioni di euro e i piccoli malati, privi di farmaci e cure, si spengono uno dopo l'altro