Il ritorno del RAZR

| L’iconico cellulare Motorola sarebbe ormai pronto per debuttare in una versione tecnologicamente avanzatissima

+ Miei preferiti
Sembra passato un milione di anni, ma nel 2004, l’anno in cui nasce “Facebook”, la sonda “Messenger” parte per Mercurio e George W. Bush vince le presidenziali, quelli che contano davvero, in tasca hanno un fiammante “Motorola RZR V3”. È l’oggetto del desiderio, un sottilissimo cellulare che ricalca lo straordinario successo dello “StarTac” del 1996: sarà venduto in 130milioni di esemplari. A mandarlo definitivamente in pensione sarà l’avvento dell’iPhone di Apple, la rivoluzione copernicana del concetto di telefono cellulare.

Ma è notizia di questi giorni il possibile ritorno del “RAZR”, rivisto e corretto dalla multinazionale cinese “Lenovo” (dal 2014 proprietaria del marchio “Motorola Mobilty”) secondo le più avveniristiche concezioni. A svelare il progetto è stato il “Wall Street Journal”, raccontando le meraviglie del nuovo RAZ, un feature-phone di lusso dotato di display pieghevole e dai dati tecnici ancora avvolti dal mistero, malgrado si parli con insistenza dei prossimi mesi per la presentazione ufficiale. L’unica certezza al momento pare sia il prezzo: 1.500 dollari.



Galleria fotografica
Il ritorno del RAZR - immagine 1
Tecnologie
Clearview Al, il cacciatore di volti
Clearview Al, il cacciatore di volti
Il New York Times ha svelato l’esistenza di Clearview Al, un sofisticato sistema di riconoscimento facciale che abbina ai volti le informazioni contenute nei social
Riconoscimento facciale, una tecnologia razzista
Riconoscimento facciale, una tecnologia razzista
Una ricerca scientifica ha accertato che sono molto più alti i margini di errore verso i volti di asiatici e afroamericani rispetto ai bianchi caucasici. Con conseguenze spesso pesanti
Addio biglietti aerei, arriva il riconoscimento facciale
Addio biglietti aerei, arriva il riconoscimento facciale
Niente più scanner per le carte d’imbarco, adesso i sistemi biometrici riprendono i volti, li abbinano ai biglietti e li confrontano con immagini già acquisite
Il virus che attacca le Sim
Il virus che attacca le Sim
Sarebbero già stati colpiti almeno un miliardo di apparecchi in tutto il mondo: “Simjacker” era stato creato per motivi di sorveglianza. Accorgersene è impossibile: arriva tramite un sms di cui non resta traccia
Apple in crisi?
Apple in crisi?
Le dimissioni del capo del design, Jony Ive, ha riacceso le voci di scontri interni e diversità di vedute. Un’inchiesta giornalistica ha tentato di spiegare i motivi dell’addio, seccamente smentite da Cupertino
iTunes va in pensione: la fine di un'era
iTunes va in pensione: la fine di un
Lo ha annunciato Tim Cook alla conferenza degli sviluppatori: i servizi in streaming hanno reso ormai obsoleto il sistema ideato da Steve Jobs, che ha rivoluzionato la musica
The Huawei Conspiration
The Huawei Conspiration
Dopo la messa al bando americana, il mondo delle telecomunicazioni inizia a voltare le spalle al colosso cinese
5G, la rivoluzione sta arrivando
5G, la rivoluzione sta arrivando
Le meraviglie del nuovo standard della telefonia mobile: il primo a garantire la trasmissione dati in tempo reale, ma soprattutto una porta aperta sul futuro. Una rivoluzione prevista a partire dal prossimo anno
Isolò per giorni la Liberia, hacker condannato
Isolò per giorni la Liberia, hacker condannato
Quasi tre anni di carcere per un 30enne inglese che, assoldato da un network rivale, aveva bloccato la rete telefonica della Liberia "Lonestar". Tra le sue vittime anche Deutsche Telekom, causando gravi danni
Apple anti-crisi con tre nuovi modelli
Apple anti-crisi con tre nuovi modelli
Il calo delle vendite in Asia ha indotto i vertici Apple a varare una strategia più aggressiva contro i colossi Huawei e Samsung. Il modello top ha tre videocamere sul lato posteriore. Display Oled, Lcd solo per i meno cari