Nike crea le scarpe autoallaccianti

| Il sogno delle scarpe di Marty in “Ritorno al Futuro 2” è diventato realtà. Si comandano attraverso una app e sono dotate di una batteria ricaricabile

+ Miei preferiti
Nel 1989, una scena di “Ritorno al futuro 2” resta impigliata negli occhi di tutti gli adolescenti del mondo: Marty McFly, il protagonista, interpretato da Michael J. Fox, calza un paio di Nike che – magia – si chiudono da sole. Un momento che trasforma l’oggetto di un desiderio impossibile in una delle più geniali intuizioni di marketing della storia. La Nike approfitta del successo della pellicola per mettere in commercio le “Mag”, la replica di quelle scarpe, uguali in tutto e per tutto a quelle di Marty, tranne per il dettaglio del velcro, che va chiusi a mano. Nel 2011, addirittura, lancia anche le “Air Mag”: 1.500 paia destinate ad un’asta per finanziare la “Michael J. Fox Foundation”, voluta dall’attore per la ricerca sul Parkinson, di cui soffra dal 1991.

Da allora, le scarpe autoallaccianti sono un’icona pop indissolubile su cui la Nike lavora senza sosta. Un risultato che grazie alla tecnologia, ben diversa da quella del 1989, oggi ha un risultato: le “Nike Adapt BB”.

Le nuove sneacker, definite le prima “smart shoes” della storia, sono state presentate a New York, nel quartier generale Nike. In realtà, se l’ispirazione di partenza sono le scarpe di Ritorno al Futuro, le Adapt nascono per rispondere in modo sempre più efficace alle necessità dei campioni di basket: cambi velocissimi di direzione, torsioni, assorbimenti dei salti. Le Adapt BB si comandano dallo smartphone attraverso una app: quando si calzano si illuminano serrandosi automaticamente attorno al piede, e attraverso l’applicazione è possibile serrare o allentare la chiusura. Dotate di una piccola batteria ricaricabile che assicura una decina di giorni di autonomia, anche se è garantito un fondo di sicurezza che impedisca di restare all’improvviso prigionieri delle scarpe.

Dovrebbero arrivare in commercio entro la seconda metà di febbraio, ad un prezzo di 350 dollari, circa 300 euro. Fra i primi a provarle Jason Tatun, ala dei “Boston Celtics”, che si è dichiarato entusiasta.

Galleria fotografica
Nike crea le scarpe autoallaccianti - immagine 1
Nike crea le scarpe autoallaccianti - immagine 2
Tecnologie
Clearview Al, il cacciatore di volti
Clearview Al, il cacciatore di volti
Il New York Times ha svelato l’esistenza di Clearview Al, un sofisticato sistema di riconoscimento facciale che abbina ai volti le informazioni contenute nei social
Riconoscimento facciale, una tecnologia razzista
Riconoscimento facciale, una tecnologia razzista
Una ricerca scientifica ha accertato che sono molto più alti i margini di errore verso i volti di asiatici e afroamericani rispetto ai bianchi caucasici. Con conseguenze spesso pesanti
Addio biglietti aerei, arriva il riconoscimento facciale
Addio biglietti aerei, arriva il riconoscimento facciale
Niente più scanner per le carte d’imbarco, adesso i sistemi biometrici riprendono i volti, li abbinano ai biglietti e li confrontano con immagini già acquisite
Il virus che attacca le Sim
Il virus che attacca le Sim
Sarebbero già stati colpiti almeno un miliardo di apparecchi in tutto il mondo: “Simjacker” era stato creato per motivi di sorveglianza. Accorgersene è impossibile: arriva tramite un sms di cui non resta traccia
Apple in crisi?
Apple in crisi?
Le dimissioni del capo del design, Jony Ive, ha riacceso le voci di scontri interni e diversità di vedute. Un’inchiesta giornalistica ha tentato di spiegare i motivi dell’addio, seccamente smentite da Cupertino
iTunes va in pensione: la fine di un'era
iTunes va in pensione: la fine di un
Lo ha annunciato Tim Cook alla conferenza degli sviluppatori: i servizi in streaming hanno reso ormai obsoleto il sistema ideato da Steve Jobs, che ha rivoluzionato la musica
The Huawei Conspiration
The Huawei Conspiration
Dopo la messa al bando americana, il mondo delle telecomunicazioni inizia a voltare le spalle al colosso cinese
5G, la rivoluzione sta arrivando
5G, la rivoluzione sta arrivando
Le meraviglie del nuovo standard della telefonia mobile: il primo a garantire la trasmissione dati in tempo reale, ma soprattutto una porta aperta sul futuro. Una rivoluzione prevista a partire dal prossimo anno
Isolò per giorni la Liberia, hacker condannato
Isolò per giorni la Liberia, hacker condannato
Quasi tre anni di carcere per un 30enne inglese che, assoldato da un network rivale, aveva bloccato la rete telefonica della Liberia "Lonestar". Tra le sue vittime anche Deutsche Telekom, causando gravi danni
Apple anti-crisi con tre nuovi modelli
Apple anti-crisi con tre nuovi modelli
Il calo delle vendite in Asia ha indotto i vertici Apple a varare una strategia più aggressiva contro i colossi Huawei e Samsung. Il modello top ha tre videocamere sul lato posteriore. Display Oled, Lcd solo per i meno cari