S-Pod, la sedia da passeggio

| È una delle infinite curiosità del “CES” di Las Vegas: un comodo veicolo per la mobilità individuale che al momento è pensato solo per ambienti circoscritti

+ Miei preferiti
Si chiama “S-Pod” ed è una delle primissime novità che più incuriosisce i visitatori del “CES” (Consumer Electronic Show) di Las Vegas, la più importante fiera dell’innovazione del mondo, dove centinaia di azienda presentano il futuro tecnologico che presto si impossesserà delle nostre esistenze. “S-Pod” è l’ultima novità della “Segway”, l’azienda che nel 2001 ha lanciato l’omonimo dispositivo di trasporto personale che ormai si vede ovunque. La differenza è che se sul Segway tradizionale si viaggia in piedi, S-Pod aggiunge la comodità di rimanere seduti e godersi il paesaggio senza fatica alcuna. L’idea, ammettono, ha preso ispirazione dalle sfere semovibili del film “Jurassic World”.

In pratica si tratta di una sedia su ruote autobilanciante incapsulata in un guscio protettivo, in grado di regolare il proprio baricentro per mantenere l’equilibrio in qualsiasi condizione, dotato di joystick per controllare accelerazione, frenata e direzione. Può raggiungere i 38 km/h e al momento è pensata per spazi interni come campus, aeroporti, parchi a tema e centri commerciali, ma il passo successivo sarà quello di vederlo in strada, come mezzo adatto ai luoghi turistici.

Per qualcuno, è la risposta “comodosa” all’invasione di scooter, monopattini e bicilette. Sarà in vendita dal prossimo anno, ad un prezzo che però non è ancora stato svelato.

Galleria fotografica
S-Pod, la sedia da passeggio - immagine 1
S-Pod, la sedia da passeggio - immagine 2
Tecnologie
A Mirafiori il progetto pilota «V2G»
A Mirafiori il progetto pilota «V2G»
La tecnologia “Vehicle-to-Grid” bidirezionale consente alle auto elettriche di immagazzinare, ma anche di restituire energia alla rete. Quello dello stabilimento FCA di Torino sarà il più grande impianto al mondo
La prima guerra mondiale tecnologica
La prima guerra mondiale tecnologica
Le reti 5G, la telefonia mobile, l’intelligenza artificiale: è in corso una battaglia epocale fra Stati Uniti e Cina sul fronte delle nuove tecnologie. A farne le spese colossi come Huawei e app di enorme successo come TikTok
Clearview Al, il cacciatore di volti
Clearview Al, il cacciatore di volti
Il New York Times ha svelato l’esistenza di Clearview Al, un sofisticato sistema di riconoscimento facciale che abbina ai volti le informazioni contenute nei social
Riconoscimento facciale, una tecnologia razzista
Riconoscimento facciale, una tecnologia razzista
Una ricerca scientifica ha accertato che sono molto più alti i margini di errore verso i volti di asiatici e afroamericani rispetto ai bianchi caucasici. Con conseguenze spesso pesanti
Addio biglietti aerei, arriva il riconoscimento facciale
Addio biglietti aerei, arriva il riconoscimento facciale
Niente più scanner per le carte d’imbarco, adesso i sistemi biometrici riprendono i volti, li abbinano ai biglietti e li confrontano con immagini già acquisite
Il virus che attacca le Sim
Il virus che attacca le Sim
Sarebbero già stati colpiti almeno un miliardo di apparecchi in tutto il mondo: “Simjacker” era stato creato per motivi di sorveglianza. Accorgersene è impossibile: arriva tramite un sms di cui non resta traccia
Apple in crisi?
Apple in crisi?
Le dimissioni del capo del design, Jony Ive, ha riacceso le voci di scontri interni e diversità di vedute. Un’inchiesta giornalistica ha tentato di spiegare i motivi dell’addio, seccamente smentite da Cupertino
iTunes va in pensione: la fine di un'era
iTunes va in pensione: la fine di un
Lo ha annunciato Tim Cook alla conferenza degli sviluppatori: i servizi in streaming hanno reso ormai obsoleto il sistema ideato da Steve Jobs, che ha rivoluzionato la musica
The Huawei Conspiration
The Huawei Conspiration
Dopo la messa al bando americana, il mondo delle telecomunicazioni inizia a voltare le spalle al colosso cinese
5G, la rivoluzione sta arrivando
5G, la rivoluzione sta arrivando
Le meraviglie del nuovo standard della telefonia mobile: il primo a garantire la trasmissione dati in tempo reale, ma soprattutto una porta aperta sul futuro. Una rivoluzione prevista a partire dal prossimo anno