Snoop Dogg, un rapper in cucina

| Ha appena pubblicato un libro di ricette, dando l’addio per sempre all’immagine stereotipata del rapper cattivo e destinato al peggio. Una lunga conversione pratica e spirituale di cui va molto fiero

+ Miei preferiti
Ma chi l’ha detto che in rapper americani sono brutti, sporchi, cattivi e incazzati? Secondo l’iconografia più diffusa è gente poco raccomandabile che vive di droga, spaccio, musica, sesso ed eccessi di qualsiasi tipo. Viaggiano coperti di catene e pistole d’oro e quando muoiono raramente se ne vanno per motivi di salute: o si sparano o li ammazzano sforacchiandoli senza pietà mentre sono fermi a qualche semaforo.

Ma non tutti sono così: o meglio, non tutti sono disposti a restare per sempre così. Un esempio per tutti? Snoop Dogg, al secolo Calvin Cordozar Brodaus Jr., classe 1971 da Long Beach, California, di professione rapper, attore e produttore discografico. Un ragazzone grande e grosso cresciuto sulla strada, ex membro dei “Crip”, abituato a far visita spesso alla polizia e con tre anni di galera sulla schiena per spaccio, ma che grazie alla musica è riuscito a diventare il perfetto americano tutto casa e barbecue.

Oggi vive a Los Angeles con la moglie, Shante Broadus, addirittura l’ex ragazza dei tempi del liceo: ha tre figli, si tiene in forma frequentando la palestra e bevendo frullati e ha perfino un nipotino da portare ai giardini. Dello scavezzacollo che raccontava di essere riuscito a fumarsi uno spinello nei bagni della Casa Bianca non resta quasi nulla.

Una nuova esistenza certificata da un programma televisivo seguitissimo, “Snoop’s Potluck Dinner Party”, diviso con Martha Stewart, una delle regine d’America per cucina, giardinaggio, bon-ton e fai da te. Il loro variety show ha fatto il pieno di ascolti in due stagioni formate da 30 episodi ciascuno, registrati al “CBS Studio center” di Los Angeles.

Messe a posto le faccende domestiche, Snoop Dogg ha pensato anche all’anima, convertendosi al “Rastafarianesimo”, la fede religiosa diventata popolare negli anni Ottanta grazie alla musica reggae di Bob Marley e Peter Tosh. Dall’esperienza ha tratto “Bible of Life”, un libro in cui racconta la sua nuova esistenza, sospesa fra spirito, musica e mestoli. Un paio di passaggi che gli hanno permesso di trasformarsi in un vero esempio di americano 2.0 da seguire.

E adesso, a coronamento delle due nuove visioni grazie a cui ha trovato la pace dell’anima, Snoop Dogg ha appena dato alle stampe “From Crook to Cook”, più o meno ‘da delinquente alla cucina’: 50 ricette che rappresentano quello che lui ama trovarsi a tavola. In realtà, per buona parte rappresenta il campionario completo della cucina americana, a volte esagerata ma amatissima, come pollo fritto, waffle, mac and cheese, biscotti e patatine fritte, mentre la seconda si concentra su frullati, centrifugati, smoothies, frutta e verdura. A scanso di equivoci, a “Chronicle Books”, editrice del libro, si è affrettata a commentare che nel volume “non ci sono ricette con la marjiuana”. Non si sa mai.

Galleria fotografica
Snoop Dogg, un rapper in cucina - immagine 1
Snoop Dogg, un rapper in cucina - immagine 2
Snoop Dogg, un rapper in cucina - immagine 3
Snoop Dogg, un rapper in cucina - immagine 4
Tendenze
Yovana Mendoza, la vegana traditrice
Yovana Mendoza, la vegana traditrice
Famosa influencer e testimonial del “raw veganism”, beccata mentre mangiava pesce. Ha dovuto ammettere che il crudismo vegano fa male e che lei stessa “vive meglio così”
Mangiar fuori nel 2019
Mangiar fuori nel 2019
Uno studio realizzato da TheFork e Doxa rivela i 7 trend più hot del 2019: chi mangia fuori casa ormai pretende vere esperienze gastronomiche e piatti sani e tracciabili
Ha sposato un ologramma ed è felice
Ha sposato un ologramma ed è felice
Un 35enne giapponese s'è unito in matrimonio con la cyber star Hatsune Miku. Cerimonia non riconosciuta ma l'episodio preoccupa. Primi segni dell'innamoramento digitale: dire grazie a Siri
YND239-20, un mondo in bianco e nero
YND239-20, un mondo in bianco e nero
È come entrare in un fumetto in 2D: tutto è disegnato a mano, compresi piatti e bicchieri. In poco tempo, è diventato uno dei locali più amati di Seul
Camping? No, Glamping
Camping? No, Glamping
Il campeggio 2.0, votato al lusso ecosostenibile. Fra le proposte più curiose, strutture uguali ai carri dei pionieri della frontiera americana, ma dotate di ogni confort
Professore uomo o donna? Non si sa
Professore uomo o donna? Non si sa
IL pro-rettore dell'Università tedesca di Rostock a volte si veste, cammina e si trucca come una donna, a volte da uomo. "Si chiama crossdressing ma io mi sento un uomo". Stupore di studenti e colleghi
il segreto di Banana Girl che vive nella giungla
il segreto di Banana Girl che vive nella giungla
La modella australiana Leanne Ratcliffe, vegana e YouTuber, ha lasciato il Queensland per la giungla. Mangia solo frutta e ortaggi e decine di banane. Via rasoi, cosmetici, vestiti. "Vivo per me stessa"
Londra, è caccia al tetto
Londra, è caccia al tetto
Una società che punta a realizzare stazioni per droni e taxi volanti sta acquistando decine di rooftop della capitale inglese
New York, la città del pisolino-bar
New York, la città del pisolino-bar
Per 25 dollari si ha diritto a 45 minuti in un letto, con tutto l’occorrente compreso nel prezzo. È l’idea di un’azienda che produce materassi, ormai pronta a invadere gli aeroporti
Per chi ama le grigliate notturne
Per chi ama le grigliate notturne
Nello stato di New York, una macelleria ha inaugurato una vending machine che vende carne di ogni tipo 24 ore su 24