Bombe islamiche in cattedrale, 27 morti e 56 feriti nella Messa della domenica

| Tensione a Jolo (Filippine) dopo un attentato di matrice islamica nella missione cattolica. Due ordigni sono esplosi a pochi istanti uno dall'altro, provocando anche 56 feriti. La firma dei miliziani del gruppo Abu Sayyaf

+ Miei preferiti

MICHAEL O' BRIEN

Il gruppo terrorista islamico delle FiIippine Abu Sayyaf , rspinsabile di decine di attentati nonché del rapimento di numerosi cittadini stranieri (il 31 dicembre, due persone sono state uccise in un'esplosione fuori da un trafficato centro commerciale a Cotabato City) avrebbe firmato l’attentato alla chiesa cattolica costato in queste ore la vita a 27 persone con decine di feriti. Abu Sayyaf - insieme al gruppo Maute, un'altra organizzazione terroristica con sede a Mindanao - è stata nel frattempo responsabile dell'invasione e dell'occupazione di Marawi, la più grande città a maggioranza musulmana del paese, nel 2017. I militanti affiliati all'ISIS avevano assediato Marawi per cinque mesi, e la violenza ha costretto più di 350.000 residenti a fuggire dalla città, le case sono state ridotte in macerie da attacchi aerei e incendi. Nei 150 giorni dell'operazione dell'esercito filippino di evacuazione dei militanti, più di 800 militanti e 162 membri delle forze di sicurezza governative erano stati uccisi. E oggi altre due bombe hanno devastato una cattedrale cattolica romana nel sud delle Filippine.

Secondo le autorità della Regione Autonoma di Mindanao, due ordigni esplosivi sono esplosi a intervalli nella cattedrale cattolica di Jolo, nella regione di Mindanao, all’indomani dal referendum sull’autonomia della regione proposta dai musulmani. Almeno 56 persone sono rimaste ferite, alcune in modo gravissimo, Il primo dispositivo è divampato all'interno della cattedrale, e il secondo ha preso di mira i soldati vicini che si erano precipitati per aiutare le vittime della prima esplosione, ha detto il portavoce delle Forze Armate delle Filippine, secondo una tecnica già esprimentata altrove dai seguaci dell’Isis.

In una dichiarazione, il segretario alla Difesa Delfin N. Lorenzana ha condannato l’attentato e ha ordinato alle truppe di "innalzare il loro livello di allerta" e a proteggere i luoghi di culto e gli spazi pubblici. "Mentre porgiamo le nostre più sincere condoglianze alle famiglie e agli amici delle vittime e offriamo la nostra solidarietà al popolo pacifico di Sulu, gravemente colpito da questo atto vile, assicuriamo alla nostra gente che useremo tutta la forza della legge per assicurare alla giustizia i responsabili", ha detto Lorenzana.

Ha esortato la popolazione a "mantenere la calma ed evitare di diffondere il panico nelle nostre rispettive comunità per negare al terrorismo qualsiasi vittoria".

Il Vicariato Apostolico di Jolo è una missione cattolico latino-cattolico.

L'esplosione segue un referendum del lunedì che chiede alla maggioranza della popolazione musulmana di sostenere il piano dei separatisti e del governo per creare una nuova regione autogestita. Il referendum ha chiesto di creare una nuova regione autonoma musulmana che potrebbe portare a una soluzione pacifica tra il governo e il gruppo ribelle del Fronte di liberazione islamica Moro - un conflitto che dagli anni '70 ha mietuto 120.000 vittime. La maggioranza dei 2,8 milioni di persone che hanno partecipato al voto ha sostenuto il referendum, ma la città di Jolo lo ha respinto.

La Philippines Commission on Elections ha annunciato venerdì scorso che il referendum è stato ratificato dopo aver contato i voti di cinque province.

Soldati e polizia hanno isolato l'area dopo che due bombe sono esplose fuori da una cattedrale cattolica romana. La regione di Mindanao è stata per decenni teatro di violenze tra musulmani e cristiani.

 
Galleria fotografica
Bombe islamiche in cattedrale, 27 morti e 56 feriti nella Messa della domenica - immagine 1
Bombe islamiche in cattedrale, 27 morti e 56 feriti nella Messa della domenica - immagine 2
Bombe islamiche in cattedrale, 27 morti e 56 feriti nella Messa della domenica - immagine 3
Bombe islamiche in cattedrale, 27 morti e 56 feriti nella Messa della domenica - immagine 4
Bombe islamiche in cattedrale, 27 morti e 56 feriti nella Messa della domenica - immagine 5
Terrorismo
La vittima numero 87 della strage di Nizza
La vittima numero 87 della strage di Nizza
Tahar Mejri aveva perso la moglie e il figlio di 4 anni, travolti dal tir che aveva trasformato in carneficina il lungomare della città francese. È morto di dolore, lasciandosi andare
Il killer della Nuova Zelanda: sono innocente
Il killer della Nuova Zelanda: sono innocente
Brenton Tarrant sfida il tribunale ribandendo la propria innocenza sulle stragi alle due moschee di Christchurch. Secondo le perizie psichiatriche è in grado di sostenere il processo
Pronto a farsi saltare in aria a New York
Pronto a farsi saltare in aria a New York
Un giovane originario del Bangladesh, radicalizzato in America, è stato agganciato da un agente sotto copertura che lo ha assecondato in tutto: quando ha tentato di acquistare delle armi, è stato arrestato
Il misterioso complice della 'compagna Mara'
Il misterioso complice della
Quarantaquattro anni dopo il conflitto a fuoco alla Cascina Spiotta tra carabinieri e Brigate Rosse, dove morirono un militare e Margherita Cagol, moglie di Curcio, ancora non è noto il nome del brigatista che riuscì a fuggire
Il pianto di Battisti: 'Toglietemi l'ergastolo'
Il pianto di Battisti:
I legali dell'ex guerrigliero dei Pac (quattro omicidi, due ergastoli) tentano la strada del ricorso in Cassazione. I legali, invase a un accordo tra Italia e Brasile, chiedono la commutazione della pena a 30 anni di carcere.
La vedova dell'Isis sulle tracce di al-Baghdadi
La vedova dell
Catturata e condannata per terrorismo e violenza, ha iniziato a collaborare con la Cia e i servizi segreti svelando modi e metodi utilizzati dal califfo per spostarsi e nascondersi
Tracce della ‘madre di Satana’ nella bomba di Lione
Tracce della ‘madre di Satana’ nella bomba di Lione
Nel pacco bomba è stata individuato una quantità minima dell’esplosivo più volte utilizzato dall’Isis. L’ordigno azionato a distanza. I dubbi della polizia francese
Johnny il Talebano torna libero
Johnny il Talebano torna libero
John Walker Lindh ha scontato 20 anni per terrorismo, ma l’America non è convinta che ex terroristi possano reinserirsi nella società civile. La storia di un ragazzo che ha scelto di combattere al fianco dei Talebani
Liberato Alessandro Sandrini
Liberato Alessandro Sandrini
Mancano conferme ufficiali, ma il 32enne bresciano sequestrato nel 2016 sarebbe stato liberato da un gruppo antigovernativo siriano
Sri Lanka: la strage nella scuola dei bambini
Sri Lanka: la strage nella scuola dei bambini
Una vicenda poco conosciuta degli attacchi sucidi di Pasqua che hanno fatto oltre 250 vittime. Il paese resta in massima allerta: messe cancellate e burqa vietato perché “è una bandiera del fondamentalismo”