Bufera sulla presentazione della Balzerani

| La brigatista rossa, mai pentita o dissociata, viene invitata a Milano in una serata per presentare il suo nuovo libro, e scatta la protesta dei familiari delle vittime

+ Miei preferiti
“Sara”, nome di battaglia della brigatista Barbara Balzerani, ha un curriculum scritto facebdo versare parecchio sangue: partecipa all'omicidio di Girolamo Minervini, ha un ruolo operativo nella strage di via Fani, quella che diede il via al sequestro Moro e partecipa al sequestro del generale della “Nato” James Lee Dozier. È stata fra le ultime brigatiste ad essere catturata, il 19 giugno del 1985, ed una delle poche che non si è mai pentita o dissociata dalla lotta armata. Condannata a diversi ergastoli, da dietro le sbarre trova ancora il tempo di rivendicare l’omicidio dell'ex sindaco di Firenze Lando Conti, per poi ottenere la libertà condizionata e dedicarsi anima e corpo alla letteratura, firmando alcuni libri.



È proprio nella veste di scrittrice che la Balzerani è stata invitata a presentare la sua ultima fatica letteraria a Milano, quartiere Bruzzano, ospite di una sala di proprietà del comune. Ne è nata una bufera, sollevata da Deborah Giovanati, assessore alla scuola del municipio 9: ”Un’ex brigatista rossa, membro del commando che ha rapito Moro che presenta un suo libro in uno spazio comunale, e senza alcun contradditorio. Mi sembra un ulteriore schiaffo nei confronti delle vittime del terrorismo: sono veramente indignata, il sindaco farebbe bene a rispondere del grave episodio”. 



La notizia, inevitabile, manda su tutte le furie le famiglie delle vittime della terrorista, a cominciare da Lorenzo Conti, figlio di Lando, trucidato nel 1986. “Ho presentato una denuncia per diffamazione contro la Balzerani, per la frase ‘quello di vittima è diventato un mestiere’, pronunciata in occasione del quarantennale della strage di via Fani. Ma la magistratura dorme, non si sa in quale cassetto sia finita: se questi sono i segnali che manda chi dovrebbe difenderci, è chiaro che per questa gente ci sarà sempre più possibilità di presenziare a mostre, presentare libri e partecipare a conferenze senza che questo crei scalpore. O la magistratura inizia a fare il suo dovere o finirà che prima o poi qualcuno si farà giustizia da solo”.

Parole forti, a cui si accoda poco dopo Sandro Leonardi, figlio di Oreste, il caposcorta dell’onorevole Moro, ucciso il 16 marzo 1978 in via Fani: “Non so nulla della presentazione del libro, ma resto basito ogni volta di fronte alla sfacciataggine dimostrata dagli ex terroristi con frasi inopportune e un eccessivo protagonismo”.

Galleria fotografica
Bufera sulla presentazione della Balzerani - immagine 1
Bufera sulla presentazione della Balzerani - immagine 2
Bufera sulla presentazione della Balzerani - immagine 3
Bufera sulla presentazione della Balzerani - immagine 4
Terrorismo
NEW IRA, scuse alla famiglia di Lyra
'L'abbiamo uccisa per errore'
NEW IRA, scuse alla famiglia di Lyra<br>
I terroristi nordirlandesi spiegano che Lyra Mc Kee è stata "tragicamente uccisa durante un attacco a una forza nemica". Prime analisi. La polizia: "Torna la lotta armata"
Sangue sulla Pasqua
Sangue sulla Pasqua
Otto esplosioni quasi simultanee in Sri Lanka lasciano a terra 200 morti e quasi 500 feriti. Le autorità proclamano il coprifuoco e oscurano i social: “Sappiamo chi sono, li prenderemo”
Irlanda: torna l’incubo dell’Ira
Irlanda: torna l’incubo dell’Ira
Scoppiano le tensioni fra manifestanti e la polizia a Derry: uccisa una giornalista di 29 anni. Per la polizia si tratta di terrorismo
A processo in Germania una donna dell’Isis
A processo in Germania una donna dell’Isis
Una 27enne di origine tedesca che si era unita ai tagliagole deve rispondere della fine di un bimba di cinque anni, incatenata e lasciata morire di sete
Sergio Zanotti interrogato dal pm
Sergio Zanotti interrogato dal pm
L’italiano liberato in Siria deve spiegare le modalità di un sequestro che per molti è risultato anomalo fin dall’inizio, nel 2016
Silvia Romano è stata uccisa?
Silvia Romano è stata uccisa?
L’ipotesi lanciata da un quotidiano kenyano, che ha raccolto gli umori del villaggio in cui viveva la giovane volontaria italiana. Nessuna conferma dalle autorità, ma neanche una smentita. L’altro caso insoluto: Luca Tacchetto
Strage di Bologna
nuove prove in un filmato
Strage di Bologna<br>nuove prove in un filmato
Le immagini, girate da un turista tedesco, riprenderebbero Paolo Bellini, “l’aviere” di Avanguardia Nazionale citato in intercettazioni che avrebbe avuto il compito di piazzare l’esplosivo
Cesare Battisti si dichiara colpevole
Cesare Battisti si dichiara colpevole
Per la prima volta, davanti ai magistrati italiano, l’ex terrorista dei Pac ammette “ciò che è ricostruito negli atti giudiziari corrisponde al vero”
L’Isis non esiste più
L’Isis non esiste più
Lo ha annunciato un portavoce della Casa Bianca: l’ultima roccaforte di Baghouz è caduta. Donald Trump si prende tutto il merito della vittoria: “prima che arrivassi io era un casino”
L’Isis promette vendetta
L’Isis promette vendetta
Il terrorismo islamico torna ad alzare i toni dello scontro promettendo di vendicare i morti in Nuova Zelanda. Massima allerta dell’antiterrorismo in tutto il mondo