CENTINAIA DI EX MILIZIANI ISIS
PRONTI A FUGGIRE IN EUROPA

| Denuncia del ministro degli Esteri libanese. "Corridoi" tra il confine con Siria per i miliziani in fuga dopo la disfatta. E a Roma caccia all'aspirante martire che vuole "andare in Paradiso". E' un giovane siriano radicalizzato

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

Un giovane siriano ha scritto su facebook, su un profilo zeppo di appelli alla jihad, “domani a Roma vado in Paradiso”, lasciando trapelare la volontà di trasformarsi in un kamikaze per le strade di Roma. Mobilitati polizia e carabinieri della Capitale, le pattuglie hanno un nome e una foto dell’aspirante martire hanno mentre il nome non è confermato dato che su Facebook avrebbe tre profili. Nella nota si chiede la massima attenzione e in caso di intercettazione è necessario l'intervento della Digos. Le generalità del siriano non sono state divulgate, scrive il Corriere, "per poter effettuare accertamenti preventivi e soprattutto non bruciare la possibilità di controllare gli eventuali contatti che il sospetto avrebbe in città" . Il siriano potrebbe essere già nella lista dei "sospetti" dei nostri apparati di intelligence.

La foto è di un ragazzo con la barba, nato in Siria il 5 maggio del 1991. Una immagine scattata in Pariser Platz, davanti alla porta di Brandeburgo a Berlino, dove nel 2016 Anis Amri, tunisino di 25 anni, si lanciò con un camion sulla folla che visitava uno dei mercatini di Natale nel quartiere Charlottenburg, provocando 12 morti e 56 feriti. Amri fu poi intercettato e ucciso in Italia, a Sesto San Giovanni (Milano), mentre era alla ricerca di contatti di una presunta rete di fiancheggiatori estremisti.

E un allarme Foreign fighters in Occidente arriva dal Libano.cLa disfatta dell’Isis ha aperto un altro capitolo dell'insurrezione islamista con "decine di migliaia" di combattenti che cercano di trasferirsi in Europa e in Africa per continuare la jihad, ha affermato il ministro della difesa libanese. I membri dei gruppi estremisti, ha avvertito Elias Bou Saab, stanno cercando di usare il suo paese come uno dei corridoi verso nuove aree con tentativi di infiltrazione attraverso il confine siriano, mostrando un ulteriore impulso dopo la dichiarazione che il califfato è stato sconfitto dalle forze guidate dagli Stati Uniti. Ma la minaccia degli estremisti è rimasta la preoccupazione più immediata, ha tenuto il ministro.

I combattenti che scappano utilizzando il Libano, che confina con Siria e Israele, per raggiungere l'Europa e l'Africa dovrebbero attraversare il mare in barca, il che rischia necessariamente di essere intercettato e arrestato; un viaggio pericoloso, nonostante il fatto che saranno travestiti da civili. Le imbarcazioni che trasportano rifugiati sono state intercettate, o si sono capovolte, nel tentativo di raggiungere Cipro dal Libano negli ultimi anni.

Secondo le Nazioni Unite, circa 40.000 volontari stranieri provenienti da 110 paesi si sono recati in Siria e Iraq per unirsi ai gruppi islamisti: il Centro Internazionale per lo Studio della Radicalizzazione (ISCR) del King's College di Londra, ha stimato che 42.000 tra donne e bambini erano legati specificamente all’Isis.

Terrorismo
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Tobias Rathjen avrebbe anche lasciato un video in cui spiega i motivi del suo attacco contro “etnie” che ormai hanno minato per sempre la Germania
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Per anni ha costruito bombe per i militanti di al-Qaeda, poi ha deciso di cambiare sponda diventando un informatore dell’MI6 britannico. Oggi sta aiutando i servizi segreti occidentali a capire e combattere i jihadisti
Un domenica di paura in Europa
Un domenica di paura in Europa
Un uomo e una donna, il primo a Londra, la seconda a Gent, in Belgio, feriscono i passanti a colpi di coltello: il primo è stato ucciso, la seconda ferita. L’allarme terrorismo scatta in tutta Europa
La mente crudele di Salah Abdeslam
La mente crudele di Salah Abdeslam
Svelate alcune intercettazioni ambientali in cui l’unico terrorista sopravvissuto alla strage di Parigi del 2015 racconta a compagni di prigionia i dettagli di quella notte e dei giorni successivi
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
Lo svela “Le Parisien”, che parla di 13 nomi totali: ecco chi potrebbe tornare in Italia a breve per scontare le proprie condanne
Un alert di Whatsapp mette in fuga un terrorista
Un alert di Whatsapp mette in fuga un terrorista
Seguito e controllato da agenti americani attraverso uno spyware, è stato avvisato che il suo smartphone era stato violato. Da allora è scomparso
Isis: la strage di Natale
Isis: la strage di Natale
11 cristiani decapitati per vendicare la morte di al-Baghdadi
Il Natale che non c’è per gli italiani scomparsi
Il Natale che non c’è per gli italiani scomparsi
Silvia, Luca, Raffaele, Antonio, Vincenzo, Paolo, Luigi: sono i nomi degli italiani di cui si è persa ogni traccia. Le indagini vanno avanti, ma il tempo passa e la paura cresce
L’Isis sta rinascendo
più forte e organizzato
L’Isis sta rinascendo<br>più forte e organizzato
Lo dicono diversi rapporti delle intelligence di mezzo mondo, che raccontano la nuova organizzazione priva di territori da controllare, più agile, snella e cattiva di prima
Il foreign fighter che vuole tornare in Italia
Il foreign fighter che vuole tornare in Italia
Mohamed Koraichi ha lasciato la provincia di Lecco per unirsi all’Isis: catturato, chiede all’Italia di poter tornare assicurando di non aver fatto nulla. Ma sul suo conto ci sono numerose prove che dicono il contrario