Strasburgo, terrorista ucciso

| Cherif Chekatt neutralizzato dalla polizia a Neudorf. Applausi della gente. Non aveva ucciso il tassista sulla cui auto era fuggito perché "musulmano". Mentre sparava urlava "Allah Akhbar"

+ Miei preferiti

Nostro Servizio

Cherif Chekatt, l’autore della strage di due giorni fa ai mercatini di Natale di Strasburgo è morto: secondo fonti della polizia, sarebbe stato ucciso durante un blitz delle fore speciali nel quartiere di Meineau, poco distante da Neudorf, luogo dell’ultimo avvistamento. Gli davano la caccia oltre 700 agenti e si sospettava che fosse riuscito a lasciare la Francia, invece si nascondeva in un deposito a Plaine des Bouchers, a poca distanza dal luogo dell’attentato. Sarebbe stato lui ad aprire il fuoco contro la polizia, che lo ha ucciso poco dopo.

------

Cherif Chekatt, il killer 29enne di Strasburgo, alto 1,81, di costituzione snella, nato il 24 febbraio a Strasburgo, figlio dei cittadini naturalizzati francesi Abdelkrim Chekatt  e Rouadja Rouag, spiega la scheda di ricerca del Ministero dell’Interno Francese (numero PJ18388359PN67), è stato individuato  poco distandalla sua abitazione. La gente di Neudorf ha apppplaudito la polizia mentre completava l'operqazione. dopo la sparatoria della sera di martedì nel mercato di Natale della città alsaziana, sede del Parlamento Euroeo. Sino all'ultimo è rimasta aperta la linea telefonica d'emergenza della Direzione Nazionale della Polizia Giudiziaria al numero telefonico 03.90.23, nel centro di coordinamento delle indacgini, il DCPJ-SDAT, l'Anti-Terrorismo. Un altro uomo è stato posto in stato di fermo, un possibile fiancheggiatore, dopo l’arresto del padre e due fratelli che convivevano con lui nella casa del quartiere multi-etnico Neudorf di Strasburgo. Oggi è stata perquisita anche la casa di Parigi dove abitano due sorelle dell’assassino, rimaste però per ora a piede libero. Chekatt, che era rimasto ferito, aveva detto al tassista sulla cui auto era riuscito a fuggire, di aver "ucciso gli infedeli per vendicare i fratelli morti in Siria, ne ho ucciso almeno dieci”, si era vantato secondo un reportage de Le Parisien, citando una testimonianza del tassista salvo solo perché s’era dichiarato "musulmano praticante e rispettoso della preghiera”. Il killer, la cui azione è stata rivendicata dai media Isis, urlava durante la sparatoria “Allah Akhbar”.

Galleria fotografica
Strasburgo, terrorista ucciso - immagine 1
Strasburgo, terrorista ucciso - immagine 2
Strasburgo, terrorista ucciso - immagine 3
Strasburgo, terrorista ucciso - immagine 4
Terrorismo
Le tecniche di tortura della C.I.A.
Le tecniche di tortura della C.I.A.
Un detenuto di Guantánamo, mai accusato formalmente di nulla, ha svelato attraverso dei disegni le tecniche di tortura usate dai servizi segreti americani nei campi di prigionia
Usman Khan, il killer di Londra che aveva ingannato tutti
Usman Khan, il killer di Londra che aveva ingannato tutti
Noto all’antiterrorismo per essere un reclutatore e organizzatore, era riuscito a far credere di essersi ricreduto fino ad ottenere permessi speciali per spostarsi: l’ultimo per Londra, dove ha ucciso due giovani
Londra e l’Aja, sangue sul Black Friday
Londra e l’Aja, sangue sul Black Friday
Due uomini, a diverse centinaia di km di distanza, attaccano a colpi di coltello passanti ignari. L’attentatore di Londra ucciso dalla polizia, quello de l’Aja è ancora in fuga
Un anno senza Silvia
Un anno senza Silvia
È ancora mistero sulla sorte della cooperante milanese sequestrata un anno fa in Kenya: secondo l’intelligence italiana sarebbe trattenuta in Somalia, dopo essere passata nelle mani di numerose bande armate
Come l’Isis sta rinascendo
Come l’Isis sta rinascendo
Secondo il capo dell’intelligence militare irachena, i nuovi leader dell’Isis stanno tramando di liberare migliaia di prigionieri per far rinascere il califfato del terrore
Un attentatore della Maratona di Boston coinvolto in un triplice omicidio
Un attentatore della Maratona di Boston coinvolto in un triplice omicidio
Nuovi dettagli emergono sulla presunta partecipazione di Tamerlan Carnaev ad un caso tutt’ora irrisolto, avvenuto pochi mesi prima della strage alla maratona
La foreign fighter americana che gli USA rifiutano
La foreign fighter americana che gli USA rifiutano
Per un tribunale Hoda Muthana non sarebbe americana, ma soltanto nata in America da un funzionario yemenita alle Nazioni Unite. Un cavillo legale che per adesso le impedisce di tornare insieme al bimbo di due anni
Colf e lavoratrici domestiche, le nuove leve dell’Isis
Colf e lavoratrici domestiche, le nuove leve dell’Isis
Il fenomeno sta diventando particolarmente preoccupante a Singapore e Hong Kong: numerosi casi di donne sole convinte a immolarsi in attacchi suicidi. L’obiettivo del Califfato è di spostarsi verso Oriente, alla ricerca di nuovi territori
Catturata la sorella di al-Baghdadi
Catturata la sorella di al-Baghdadi
Rasmiya Awad, sorella del califfo dell’Isis, individuata insieme alla sua famiglia in un insediamento nel nord della Siria: per i turchi si tratta di “una miniera d’oro di informazioni di intelligence”
La Turchia all’Europa: “Riprendetevi i foreign fighters”
La Turchia all’Europa: “Riprendetevi i foreign fighters”
Ankara non ci sta all’indifferenza dell’UE verso i propri cittadini diventati jihadisti: non basta togliere la cittadinanza per liberarsene, tuona il ministro d egli esteri