Il corpo di una donna nella casa dell'attentatore

| Oslo, macabra scoperta nell'alloggio del 20enne che era entrato armato in una moschea aprendo il fuoco e ferendo una persona. Un 75enne è riuscito a bloccarlo e lo consegnato alla polizia

+ Miei preferiti

Un uomo che ha aperto il fuoco con un fucile automatico in una moschea in un sobborgo di Oslo, Norvegia, è stato accusato anche dell'omicidio di una donna trovata morta nella sua casa, rivela il portavoce della polizia. Il sospetto, descritto come un uomo norvegese sui vent'anni, sarà giudicato anche per un tentato omicidio durante la sparatoria, avvenuta presso il Centro islamico di Al-Noor, poiché  ha ferito una persona. La vittima ha subito ferite lievi, ha detto il sovrintendente di polizia di Oslo Rune Skjold in una conferenza stampa.

L’attentato nella moschea mentre i musulmani di tutto il mondo celebrano Eid al-Adha questo fine settimana, una delle feste più importanti del calendario islamico. Poco dopo l'attentato, gli investigatori hanno trovato il corpo di una giovane donna nella casa del sospetto a Baerum, a ovest di Oslo. La polizia ha detto che la donna era imparentata con il sospetto, ma non ha specificato come.

Un membro della moschea ha detto all'emittente statale norvegese NRK che la sparatoria avrebbe potuto essere molto peggiore, ma l’attentaore era stato fermato da un uomo di 75 anni. Imran Mushtaq, membro del consiglio della moschea di Al-Noor, ha raccontato che più di una dozzina di persone stavano pregando all'interno della moschea appena dieci minuti prima dell’arrivo del 20enne. Ma quando è iniziata la sparatoria, all'interno della moschea sono rimasti solo tre uomini più anziani, ha detto Mushtaq, che all'epoca si trovava a casa sua vicino. L’uomo armato è entrato sparando attraverso la porta di vetro chiusa a chiave della moschea, ha detto Mushtaq. Il settantacinquenne è riuscito a bloccarlo a mani numde fino all'arrivo della polizia. Ha subito solo ferite lievi.

Molteplici armi sono state trovate all'interno della moschea, ha detto la polizia. Skjold, il sovrintendente di polizia, ha detto che la polizia stava esaminando anche l'attività online prima della sparatoria alla moschea, ma non avrebbe fornito dettagli. Si sta cercando di determinare se ci sono minacce più ampie per altre moschee e la sicurezza è stata aumentata.

Terrorismo
Uccidere come in un videogame
Uccidere come in un videogame
È successo ancora una volta ad Halle, in Germania: un attentatore ha scelto di riprendere e divulgare le fasi del tentato massacro, utilizzando il linguaggio tipico dei videogames
Due “Beatles” dell’Isis verso l’estradizione in America
Due “Beatles” dell’Isis verso l’estradizione in America
Sono gli ultimi sopravvissuti del gruppo di tagliagole più mediaticamente celebre. Arrestati dalle milizie curde, sono stati presi in consegna dagli americani, che ora vogliono processarli
Riesplode il caso di Jihadi Jack
Riesplode il caso di Jihadi Jack
L’ex studente di Oxford partito per arruolarsi nell’Isis è stato ripreso in un video che mostra le condizioni delle carceri curde. I genitori chiedono il rimpatrio, ma il governo nega con forza
La conferma degli USA: Hamza bin Laden è morto
La conferma degli USA: Hamza bin Laden è morto
Quasi un mese e mezzo dopo la rivelazione di un canale televisivo americano, gli Stati Uniti confermano la morte del figlio di Osama bin Laden
Al Qaeda torna a minacciare l’Occidente
Al Qaeda torna a minacciare l’Occidente
Nel giorno delle commemorazioni dell’11 settembre, il successore di Bin Laden Al Zawahiri rinnova la minaccia di colpire gli Stati Uniti e i loro alleati
Isis, catturato in Germania il boia di Dara'a
Isis, catturato in Germania il boia di Dara
Processo a Coblenza per crimini di guerra. Tradito dai suoi ex compagni e dalle immagini e video che lo riprendono con in mano teste appena mozzate che lui derideva. Rischia 10 anni di carcere
Il 'santo stragista' e i suoi devoti discepoli
Il
IN USA, Europa e Commonwealth si diffonde il culto per chi ha ucciso in nome del suprematismo per combattere la "sostituzione" del controllo dei bianchi da parte di ebrei, islamici, etnie latine e straniere. E l'idolo è Tarrant
Battisti spera nella clemenza dello Stato
Battisti spera nella clemenza dello Stato
Il 66enne in carcere ad Oristano chiede la cancellazione dell'ergastolo per una pena più mite per accedere alle misure alternative. L'avvocato: "Farò il possibile perché non muoia in cella". E ammette i quattro omicidi
Pericolo di attacchi terroristici entro la fine del 2019
Pericolo di attacchi terroristici entro la fine del 2019
Lo dice un report delle Nazioni Unite, che ha valutato le riserve finanziarie e le forze sul campo ancora legate all’Isis. A preoccupare è anche il futuro dei 2000 foreign fighters tornati in Europa
Mogadiscio, l'estremo sacrificio di un sindaco che voleva la pace
Mogadiscio, l
Abdirahman Omar Omar Osman era un ingegnere britannico che aveva deciso di tornare in patria per aiutare gli eritrei contro i terroristi di Al Shabaab. Ucciso da un kamikaze. il dolore del figlio che studia a Londra