Il killer della Nuova Zelanda: sono innocente

| Brenton Tarrant sfida il tribunale ribandendo la propria innocenza sulle stragi alle due moschee di Christchurch. Secondo le perizie psichiatriche è in grado di sostenere il processo

+ Miei preferiti
Nella prima udienza in Tribunale che lo vede alla sbarra per la terribile strage alle moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, Brenton Tarrant si è dichiarato “non colpevole”. Sulla testa del 28enne australiano pesano la morte di 51 persone e il ferimento di altre decine nel corso dei due attacchi del 15 marzo scorso, quando prese di mira due mosche filmando la strage con una telecamera: il primo alle 13:40 ora locale alla moschea di Al Noor, il secondo 11 minuti dopo al centro islamico Linwood, ambedue affollati di fedeli riuniti per la preghiera del venerdì.

Vicino agli ambienti neofascisti, l’autore della più grave strage nella storia della Nuova Zelanda aveva scritto sui calci delle sue armi i nomi di coloro che considerava dei veri eroi, fra cui l’italiano Luca Traini, il giovane che a Macerata aveva sparato contro alcuni immigrati per vendicare la morte di Pamela Mastropietro, la 18enne uccisa e fatta a pezzi.

Attraverso il suo avvocato, Tarrant si è dichiarato non colpevole di tutti i capi d’imputazione, comprese le accuse di strage per fini terroristici e le 40 imputazioni per tentato omicidio. Per contro, il tribunale lo ha informato che le secondo perizie e le valutazioni psichiatriche effettuate in carcere, è ritenuto mentalmente in grado di sostenere il processo, il cui inizio è fissato per il 4 maggio del prossimo anno.

Terrorismo
Schiave per sempre
Schiave per sempre
Catturate dai miliziani dell’Isis per trasformale in schiave sessuali, in tante sono riuscite a fuggire, per finire nella rete dei bordelli di Baghdad. La storia di una di loro
Un generale russo nel team del Novichok
Un generale russo nel team del Novichok
Con i due colonnelli già identificati e i due esecutori materiali del fallito attentato con il gas nervino di marzo alla spia Skripal, ex KGB, e alla figlia Julia, ora spunta l'alto ufficiale. Scoop BBC e Bellincat
Strage Bologna, trovato interruttore della bomba
Strage Bologna, trovato interruttore della bomba
Dopo 40 anni, un frammento metallico trovato nei detriti della stazione distrutta da un ordigno punterebbe sulla pista tedesco-palestinese e dei servizi segreti deviati. Il processo e l'inchiesta
Attacco London Bridge, messaggi criptati sulle chat: MI5 impotente
Attacco London Bridge, messaggi criptati sulle chat: MI5 impotente
Al centro gli attentati con coltelli e furgoni sul London Bridge del 2017. I killer islamici avevano scambiato 329 messaggi con un estremista ma costui si rifiuta di consegnare i suoi smartphone. I legali delle vittime: "Assurdo"
Jihadisti inglesi, sterminata in Siria tutta la famiglia
Jihadisti inglesi, sterminata in Siria tutta la famiglia
Anziani genitori, figli, nipoti e tre bambini: tutti morti in Siria, tra bombardamenti e scontri a fuoco. Erano partiti nel 2015 da Luton "felici di vivere nel Califfato". Sotto choc i familiari rimasti in UK: "Era una famiglia normale"
Bruxelles: arrestato un uomo per sospetto terrorismo
Bruxelles: arrestato un uomo per sospetto terrorismo
Si aggirava da giorni nei dintorni dell’ambasciata americana della capitale belga: è sospettato di essere il basista di un gruppo prossimo a colpire o un attentatore lui stesso
Condannati i genitori di Jihadi Jack
Condannati i genitori di Jihadi Jack
L’Old Bailey li ha ritenuti colpevoli di finanziamento del terrorismo per aver inviato del denaro a loro figlio, che si era unito alle file dell’Isis. La coppia si difende: “Qualsiasi genitore l’avrebbe fatto”
Torna in cella Ternera leader ETA
Torna in cella Ternera leader ETA
Il terrorista, rilasciato dalla Francia dove era in carcere, subito ricatturato per la richiesta estradizione in Spagna. Coinvolto in rapine e omicidi, partecipò anche all'attentato, 1973, in cui morì il premier Carrero Blanco
I siti turistici: rischio attentati in Italia
I siti turistici: rischio attentati in Italia
L’inglese Foreign Travel Advice, ma anche siti di informazioni turistiche dei ministeri degli esteri di paesi stranieri, mettono in guardia i propri cittadini: rischio di attacchi terroristici durante il periodo estivo
La vittima numero 87 della strage di Nizza
La vittima numero 87 della strage di Nizza
Tahar Mejri aveva perso la moglie e il figlio di 4 anni, travolti dal tir che aveva trasformato in carneficina il lungomare della città francese. È morto di dolore, lasciandosi andare