Il pianto di Battisti: 'Toglietemi l'ergastolo'

| I legali dell'ex guerrigliero dei Pac (quattro omicidi, due ergastoli) tentano la strada del ricorso in Cassazione. I legali, invase a un accordo tra Italia e Brasile, chiedono la commutazione della pena a 30 anni di carcere.

+ Miei preferiti

Cesare Battisti ha fatto due conti. Se la Cassazione gli commuta i due ergastoli in 30 anni, visto che in passato ne ha trascorsi in cella una decina, una volta sottratti, resterebbero solo una ventina di anni da scontare ancora. Con una pena del genere, avrebbe accesso ai benefici di legge con largo anticipo e potrebbe riassaporare la libertà ancora proprio non decrepito, visto che ha già 67 anni. Nel ricorso alla Cassazione, in cui si chiede di annullare la sentenza di ergastolo, i legali dell’ex terrorista rosso Cesare Battisti affermano che l’espulsione dalla Bolivia di Cesare Battisti non abbia rispettato le norme internazionali (Patto sui diritti civili). Inoltre, la mancata applicazione dell’accordo con il Brasile avrebbe violato il “principio di buona fede internazionale” sancito dalla legge del 1974 che ha ratificato la Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati. Nelle pagine del ricorso si legge che, una volta perfezionata la procedura di estradizione, “il soggetto assume la qualifica giuridica di estradato a tutti gli effetti, status giuridico che non viene certamente meno a seconda del luogo ove venga successivamente fermato e il suo caso non risultava affatto incompatibile con un successivo allontanamento da parte di altro Stato (Bolivia)” dove fu fermato e poi consegnato alla polizia italiana per essere poi trasferito a Ciampino e infine in carcere in Sardegna. Cesare Battisti tenta una scorciatoia la “fine pena mai”, dopo avere ammesso i suoi quattro delitti, pur contestualizzandoli in quel periodo storico, gli Anni di piombo. La Corte d’Assise d’appello di Milano il 22 maggio aveva respinto la richiesta della difesa di commutare la pena del carcere a vita a 30 anni di reclusione, scontando anche gli anni già passati in carcere quando fu arrestati e prima dell’evasione poi la fuga all’estero.. Battisti, condannato per quattro omicidi commessi alla fine degli anni ’70, era stato arrestato dopo 37 anni di latitanza lo scorso gennaio in Bolivia. Secondo il difensore Davide Steccanella, la pena concordata nell’accordo di estradizione tra Italia e Brasile, cioè 30 anni, dovrebbe essere applicata anche se lui è stato arrestato in Bolivia.

 
Terrorismo
Un anno senza Silvia
Un anno senza Silvia
È ancora mistero sulla sorte della cooperante milanese sequestrata un anno fa in Kenya: secondo l’intelligence italiana sarebbe trattenuta in Somalia, dopo essere passata nelle mani di numerose bande armate
Come l’Isis sta rinascendo
Come l’Isis sta rinascendo
Secondo il capo dell’intelligence militare irachena, i nuovi leader dell’Isis stanno tramando di liberare migliaia di prigionieri per far rinascere il califfato del terrore
Un attentatore della Maratona di Boston coinvolto in un triplice omicidio
Un attentatore della Maratona di Boston coinvolto in un triplice omicidio
Nuovi dettagli emergono sulla presunta partecipazione di Tamerlan Carnaev ad un caso tutt’ora irrisolto, avvenuto pochi mesi prima della strage alla maratona
La foreign fighter americana che gli USA rifiutano
La foreign fighter americana che gli USA rifiutano
Per un tribunale Hoda Muthana non sarebbe americana, ma soltanto nata in America da un funzionario yemenita alle Nazioni Unite. Un cavillo legale che per adesso le impedisce di tornare insieme al bimbo di due anni
Colf e lavoratrici domestiche, le nuove leve dell’Isis
Colf e lavoratrici domestiche, le nuove leve dell’Isis
Il fenomeno sta diventando particolarmente preoccupante a Singapore e Hong Kong: numerosi casi di donne sole convinte a immolarsi in attacchi suicidi. L’obiettivo del Califfato è di spostarsi verso Oriente, alla ricerca di nuovi territori
Catturata la sorella di al-Baghdadi
Catturata la sorella di al-Baghdadi
Rasmiya Awad, sorella del califfo dell’Isis, individuata insieme alla sua famiglia in un insediamento nel nord della Siria: per i turchi si tratta di “una miniera d’oro di informazioni di intelligence”
La Turchia all’Europa: “Riprendetevi i foreign fighters”
La Turchia all’Europa: “Riprendetevi i foreign fighters”
Ankara non ci sta all’indifferenza dell’UE verso i propri cittadini diventati jihadisti: non basta togliere la cittadinanza per liberarsene, tuona il ministro d egli esteri
Italia: allarme per un attentato in stile Bataclan
Italia: allarme per un attentato in stile Bataclan
Una nota diffusa dalle forze dell’ordine fa riferimento alla possibilità di un attentato terroristico ad un evento pubblico. Nel corso delle ore la notizia si è in parte ridimensionata
L’Isis torna a minacciare l’Occidente
L’Isis torna a minacciare l’Occidente
Ricordando il “martirio” del loro leader, lo Stato Islamico annuncia il nuovo comandante, che promette di mettere a ferro e fuoco l’America e i suoi alleati
Delta Force, gli uomini che hanno eliminato il califfo
Delta Force, gli uomini che hanno eliminato il califfo
Per il Pentagono non esistono: vengono utilizzati in operazioni rischiosissime e sono militari addestrati a resistere in condizioni al limite della sopportazione fisica e mentale