L’Isis non esiste più

| Lo ha annunciato un portavoce della Casa Bianca: l’ultima roccaforte di Baghouz è caduta. Donald Trump si prende tutto il merito della vittoria: “prima che arrivassi io era un casino”

+ Miei preferiti
“al-Dawla al-Islāmiyya”, il nome dell’organizzazione jihadista salafita comandata dal Abu Bakr al-Baghdadi, che ha seminato il terrore in mezzo mondo, è “stata eliminata al 100%”. Lo ha dichiarato un portavoce della Casa Bianca, annunciando che l’ultima roccaforte del gruppo terroristico è stata distrutta. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva promesso all’inizio di questa settimana che la vittoria era ormai questione di ore: gli ultimi superstiti si nascondevano all’interno di caverne nel territorio siriano, circondati da una fitta rete di mine nascoste e di scudi umani. Ma la sconfitta finale del gruppo terroristico a Baghouz sembra aver finalmente messo fine al dominio territoriale che un tempo si estendeva per un terzo dell’Iraq e della Siria.

Pochi giorni fa in una conferenza stampa, Trump ha mostrato due mappe: la prima mostra il territorio controllato dall’Isis in Iraq e Siria il giorno della sua elezione, e l’altra com’era ridotto questa settimana. “Quando ho preso il controllo era un enorme casino e ora non resta che un piccolo punto che stasera sarà scomparso. Questo è l’Isis il giorno delle mie elezioni e questo è l’Isis ora”.

L’attacco finale nei dintorni di Baghouz, nella Siria orientale, è stato iniziato dalle forze americane, poche ore fa la svolta: la SDF aveva catturato centinaia di combattenti dell’Isis feriti, compreso un gruppo di sospetti coinvolti in un bombardamento che a gennaio ha causato la morte di quattro americani nel nord della Siria.

Gli analisti ed esperti di terrorismo invitano però a non abbassare la guardia: la sconfitta militare non significa la fine della guerra e soprattutto non coincide con l’aver sconfitto una mentalità e un’ideologia che hanno avuto il tempo di radicarsi. L’Isis potrebbe ripresentarsi, con nome, bandiere e facce diverse, ma con in mente lo stesso obiettivo: seminare terrore.

Terrorismo
Sri Lanka: la strage nella scuola dei bambini
Sri Lanka: la strage nella scuola dei bambini
Una vicenda poco conosciuta degli attacchi sucidi di Pasqua che hanno fatto oltre 250 vittime. Il paese resta in massima allerta: messe cancellate e burqa vietato perché “è una bandiera del fondamentalismo”
Sventati due attentati terroristici
Sventati due attentati terroristici
Il primo a Los Angeles, dove un ex militare progettava di colpire diverso obiettivi, il secondo nuovamente a Christchurch, in Nuova Zelanda, dove in un appartamento sono stati trovate munizioni e una bomba
Le nuove ombre del terrore
Le nuove ombre del terrore
Dopo gli attacchi in Sri Lanka, gli analisti internazionali dell'antiterrorismo sono convinti che l’Isis non sia stato sconfitto, ma ha solo cambiato pelle e strategia per continuare a colpire e seminare morte e paura
Sri Lanka, tra arresti e timori
Sri Lanka, tra arresti e timori
Mentre il turismo crolla, le forze speciali intensificano i controlli: la scorsa notte è stato individuato un covo dei miliziani che hanno preferito farsi saltare in aria
Isis: la squadra della morte
Isis: la squadra della morte
Due medici britannici entrati nelle file dell’Isis sono accusati di torture e atrocità: asportavano organi e realizzavano esperimenti chimici come i nazisti. Secondo l’intelligence guidavano una squadra di tortura in Siria
Il terrorista diventato cittadino americano
Il terrorista diventato cittadino americano
Un jihadista islamico condannato per aver tentato di far saltare in aria un autobus è riuscito ad ottenere la cittadinanza statunitense rimanendo nel paese indisturbato per quasi un decennio
NEW IRA, scuse alla famiglia di Lyra
'L'abbiamo uccisa per errore'
NEW IRA, scuse alla famiglia di Lyra<br>
I terroristi nordirlandesi spiegano che Lyra Mc Kee è stata "tragicamente uccisa durante un attacco a una forza nemica". Prime analisi. La polizia: "Torna la lotta armata"
Sangue sulla Pasqua
Sangue sulla Pasqua
Otto esplosioni quasi simultanee in Sri Lanka lasciano a terra 200 morti e quasi 500 feriti. Le autorità proclamano il coprifuoco e oscurano i social: “Sappiamo chi sono, li prenderemo”
Irlanda: torna l’incubo dell’Ira
Irlanda: torna l’incubo dell’Ira
Scoppiano le tensioni fra manifestanti e la polizia a Derry: uccisa una giornalista di 29 anni. Per la polizia si tratta di terrorismo
Bufera sulla presentazione della Balzerani
Bufera sulla presentazione della Balzerani
La brigatista rossa, mai pentita o dissociata, viene invitata a Milano in una serata per presentare il suo nuovo libro, e scatta la protesta dei familiari delle vittime