L’Isis promette vendetta

| Il terrorismo islamico torna ad alzare i toni dello scontro promettendo di vendicare i morti in Nuova Zelanda. Massima allerta dell’antiterrorismo in tutto il mondo

+ Miei preferiti
Gli esperti di terrorismo internazionale temevano il risveglio del fondamentalismo islamico dopo la strage delle due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda. Da giorni, attraverso una serie di messaggi lanciati sulla piattaforma “Telegram”, il Califfato annuncia vendetta per la morte dei 50 musulmani. Uno dei messaggi più inquietanti è la foto di un kalashnikov avvolto nella bandiera nera con delle minacce scritte in bianco sulla canna, come quelle ormai celebri di Brenton Tarrant: “Vi sconfiggeremo presto, nessuno si salverà”.

Malgrado il terrorismo islamico dell’Isis sia ormai ridotto allo stremo e avviato alla sconfitta totale, fatti come quelli di Chirstchurch possono risvegliare cellule dormienti per colpire obiettivi cattolici e cristiani. Da considerare anche i foreign fighters di ritorno, in grado di fare nuovi proseliti per proseguire la lotta contro gli infedeli. C’è anche un terzo aspetto, molto inquietante, che paradossalmente può essere servito da lezione alle strategie di Daesh: l’uso massiccio dei social da parte di Brenton Tarrant, che ha trasmesso in diretta Facebook tutte le fasi del suo massacro, dando una visibilità e una eco senza precedenti ad una mattanza. Un aspetto comunicativo, quest’ultimo, che è sempre stato molto uno dei punti fermi dell’Isis e dei suoi terroristi, per instillare con forza il germe della paura nel cuore dell’Occidente. L’effetto a catena lo dicono i numeri: Facebook ha annunciato di aver rimosso un milione e mezzo di copie del video originale dalle proprie pagine, impedendo la diffusione per altre 1,2 milioni di volte. Ultimo risvolto, ma non meno preoccupante, l’effetto emulativo che ha spinto diversi paesi ad alzare il livello di massima allerta.

Qualche ora fa, l’aeroporto di Dunedin, in Nuova Zelanda, è stato evacuato per un pacco sospetto.

Terrorismo
Attentato di Reading: è terrorismo
Attentato di Reading: è terrorismo
Fonti dell’intelligence hanno cambiato la prima versione classificando come atto terroristico l’accoltellamento di tre persone in un parco della città inglese
GB, arrestato un 14enne: stava per compiere un attentato
GB, arrestato un 14enne: stava per compiere un attentato
Il blitz della polizia dopo mesi di pedinamenti: il giovane era ormai pronto a mettere in pratica un attentato di matrice islamica
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Un anno fa, Brenton Tarrant ha fatto irruzione in due moschee uccidendo 51 persone: si è sempre dichiarato innocente, ma poche ore ha cambiato strategia ammettendo la colpevolezza di tutti i 92 capi d’accusa
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Secondo un ex agente dei servizi britannici, la guida di Al-Qaeda, successore di Bin Laden, farebbe parte dell’accordo degli Stati Uniti con i Talebani
Condannato il fratello dell’attentatore di Manchester
Condannato il fratello dell’attentatore di Manchester
Sarebbe stato lui a guidare, istruire e armare Salman Abedi, il terrorista che si è fatto esplodere al termine del concerto di Ariana Grande
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Tobias Rathjen avrebbe anche lasciato un video in cui spiega i motivi del suo attacco contro “etnie” che ormai hanno minato per sempre la Germania
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Per anni ha costruito bombe per i militanti di al-Qaeda, poi ha deciso di cambiare sponda diventando un informatore dell’MI6 britannico. Oggi sta aiutando i servizi segreti occidentali a capire e combattere i jihadisti
Un domenica di paura in Europa
Un domenica di paura in Europa
Un uomo e una donna, il primo a Londra, la seconda a Gent, in Belgio, feriscono i passanti a colpi di coltello: il primo è stato ucciso, la seconda ferita. L’allarme terrorismo scatta in tutta Europa
La mente crudele di Salah Abdeslam
La mente crudele di Salah Abdeslam
Svelate alcune intercettazioni ambientali in cui l’unico terrorista sopravvissuto alla strage di Parigi del 2015 racconta a compagni di prigionia i dettagli di quella notte e dei giorni successivi
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
Lo svela “Le Parisien”, che parla di 13 nomi totali: ecco chi potrebbe tornare in Italia a breve per scontare le proprie condanne