Londra e l’Aja, sangue sul Black Friday

| Due uomini, a diverse centinaia di km di distanza, attaccano a colpi di coltello passanti ignari. L’attentatore di Londra ucciso dalla polizia, quello de l’Aja è ancora in fuga

+ Miei preferiti
Il pomeriggio che riporta le ombre scure del terrorismo nel cuore dell’Europa inizia intorno alle 15 sul Tower Bridge, il celebre ponte di Londra: all’improvviso, un uomo estrae un coltello e inizia a colpire i passanti. Su di lui si avventano in tanti, che tentano di fermarlo come possono, utilizzando anche un estintore: l’arrivo della polizia mette fine al terrore, dopo aver tentato di immobilizzarlo, gli agenti aprono il fuoco quando l’uomo, stordito da un teaser, mostra una cintura esplosiva che più tardi risulterà finta. L’uomo è stato identificato come Usman Khan, condannato nel 2012 per terrorismo e uscito dai galera un anno fa in libertà vigilata: sarebbe vicino al gruppo islamista al-Muhajiroun, guidato da un imam radicale considerato fra i soggetti più a rischio del Regno Unito. È proprio il dettaglio che si sia trattato di un uomo pericoloso, il cui nome compare su diversi rapporti dell’antiterrorismo e sospettato di aver ideato un fallito attentato alla London Stock Exchange, ad alzare la polemica sui media: com’è possibile che un soggetto così sia stato lasciato libero di agire come meglio credesse?

Il bilancio finale è più grave di quanto era apparso all’inizio: due vittime, un uomo e una donna, e altri feriti in condizioni gravi, che lottano fra la vita e la morte in ospedale.

Neanche due ore dopo, l’incubo si sposta nel centro de l’Aja, in Olanda, sulla Grote Marktstraat, la via dello shopping, affollata di gente nel giorno del “Black Friday”. Il copione, molto simile a quello di Londra: un uomo ha estratto un coltello dalle tasche e colpito chi ha avuto la sfortuna di passargli accanto. L’attentatore è riuscito a dileguarsi ed è tutt’ora ricercato dalla polizia in un’imponente caccia all’uomo: è descritto come un uomo suoi 45 anni di carnagione scura, e gli inquirenti non si sbilanciano ancora sull’ipotesi che si tratti di terrorismo. L’aggressione, per fortuna, non ha causato nessuna vittima, a parte tre feriti su cui è calato il massimo riserbo poiché si tratterebbe di tre minori.

Terrorismo
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Un anno fa, Brenton Tarrant ha fatto irruzione in due moschee uccidendo 51 persone: si è sempre dichiarato innocente, ma poche ore ha cambiato strategia ammettendo la colpevolezza di tutti i 92 capi d’accusa
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Secondo un ex agente dei servizi britannici, la guida di Al-Qaeda, successore di Bin Laden, farebbe parte dell’accordo degli Stati Uniti con i Talebani
Condannato il fratello dell’attentatore di Manchester
Condannato il fratello dell’attentatore di Manchester
Sarebbe stato lui a guidare, istruire e armare Salman Abedi, il terrorista che si è fatto esplodere al termine del concerto di Ariana Grande
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Tobias Rathjen avrebbe anche lasciato un video in cui spiega i motivi del suo attacco contro “etnie” che ormai hanno minato per sempre la Germania
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Per anni ha costruito bombe per i militanti di al-Qaeda, poi ha deciso di cambiare sponda diventando un informatore dell’MI6 britannico. Oggi sta aiutando i servizi segreti occidentali a capire e combattere i jihadisti
Un domenica di paura in Europa
Un domenica di paura in Europa
Un uomo e una donna, il primo a Londra, la seconda a Gent, in Belgio, feriscono i passanti a colpi di coltello: il primo è stato ucciso, la seconda ferita. L’allarme terrorismo scatta in tutta Europa
La mente crudele di Salah Abdeslam
La mente crudele di Salah Abdeslam
Svelate alcune intercettazioni ambientali in cui l’unico terrorista sopravvissuto alla strage di Parigi del 2015 racconta a compagni di prigionia i dettagli di quella notte e dei giorni successivi
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
Lo svela “Le Parisien”, che parla di 13 nomi totali: ecco chi potrebbe tornare in Italia a breve per scontare le proprie condanne
Un alert di Whatsapp mette in fuga un terrorista
Un alert di Whatsapp mette in fuga un terrorista
Seguito e controllato da agenti americani attraverso uno spyware, è stato avvisato che il suo smartphone era stato violato. Da allora è scomparso
Isis: la strage di Natale
Isis: la strage di Natale
11 cristiani decapitati per vendicare la morte di al-Baghdadi