Londra e l’Aja, sangue sul Black Friday

| Due uomini, a diverse centinaia di km di distanza, attaccano a colpi di coltello passanti ignari. L’attentatore di Londra ucciso dalla polizia, quello de l’Aja è ancora in fuga

+ Miei preferiti
Il pomeriggio che riporta le ombre scure del terrorismo nel cuore dell’Europa inizia intorno alle 15 sul Tower Bridge, il celebre ponte di Londra: all’improvviso, un uomo estrae un coltello e inizia a colpire i passanti. Su di lui si avventano in tanti, che tentano di fermarlo come possono, utilizzando anche un estintore: l’arrivo della polizia mette fine al terrore, dopo aver tentato di immobilizzarlo, gli agenti aprono il fuoco quando l’uomo, stordito da un teaser, mostra una cintura esplosiva che più tardi risulterà finta. L’uomo è stato identificato come Usman Khan, condannato nel 2012 per terrorismo e uscito dai galera un anno fa in libertà vigilata: sarebbe vicino al gruppo islamista al-Muhajiroun, guidato da un imam radicale considerato fra i soggetti più a rischio del Regno Unito. È proprio il dettaglio che si sia trattato di un uomo pericoloso, il cui nome compare su diversi rapporti dell’antiterrorismo e sospettato di aver ideato un fallito attentato alla London Stock Exchange, ad alzare la polemica sui media: com’è possibile che un soggetto così sia stato lasciato libero di agire come meglio credesse?

Il bilancio finale è più grave di quanto era apparso all’inizio: due vittime, un uomo e una donna, e altri feriti in condizioni gravi, che lottano fra la vita e la morte in ospedale.

Neanche due ore dopo, l’incubo si sposta nel centro de l’Aja, in Olanda, sulla Grote Marktstraat, la via dello shopping, affollata di gente nel giorno del “Black Friday”. Il copione, molto simile a quello di Londra: un uomo ha estratto un coltello dalle tasche e colpito chi ha avuto la sfortuna di passargli accanto. L’attentatore è riuscito a dileguarsi ed è tutt’ora ricercato dalla polizia in un’imponente caccia all’uomo: è descritto come un uomo suoi 45 anni di carnagione scura, e gli inquirenti non si sbilanciano ancora sull’ipotesi che si tratti di terrorismo. L’aggressione, per fortuna, non ha causato nessuna vittima, a parte tre feriti su cui è calato il massimo riserbo poiché si tratterebbe di tre minori.

Terrorismo
Parigi, fra lockdown e terrorismo
Parigi, fra lockdown e terrorismo
La capitale francese, stretta nella morsa della pandemia, diventa lo scenario per il 33esimo attentato terroristico dal 2015. Vittima un professore, decapitato perché aveva mostrato ai suoi studenti le vignette su Maometto
Parigi rimpiomba nella paura del terrorismo
Parigi rimpiomba nella paura del terrorismo
Due feriti gravi sono il bilancio di un agguato avvenuto a poca distanza dalla vecchia sede di “Charlie Hebdo”. Due sospetti sono stati arrestati, ma le indagini proseguono
Il killer di Utøya vuole la libertà condizionata
Il killer di Utøya vuole la libertà condizionata
Autore degli attentati in Norvegia del 22 luglio 2011, costati la vita a 77 persone, Anders Breivik si lamenta della detenzione ed è deciso a chiedere una revisione legale che lo rimetta in libertà
Nuove minacce a Charlie Hebdo
Nuove minacce a Charlie Hebdo
Dopo l’ennesima pubblicazione delle vignette su Maometto, Al Qaeda minaccia: “Se voi ripetete il crimine, noi ripeteremo la punizione”
Francia, sventati numerosi attacchi terroristici
Francia, sventati numerosi attacchi terroristici
Il procuratore capo dell’antiterrorismo svela che il timore di nuovi attacchi è sempre altissimo. Si teme il terrorismo interno, coordinato da francesi di ritorno dalla Siria e da ex miliziani dell’Isis entrati nel Paese
Nuova Zelanda, ergastolo per il killer di Christchurch
Nuova Zelanda, ergastolo per il killer di Christchurch
Il killer che un anno fa ha ucciso 51 persone in due moschee in Nuova Zelanda condannato al massimo della pena. In quattro giorni di dibattimento sono sfilati decine di testimoni, familiari e sopravvissuti
Attentato di Reading: è terrorismo
Attentato di Reading: è terrorismo
Fonti dell’intelligence hanno cambiato la prima versione classificando come atto terroristico l’accoltellamento di tre persone in un parco della città inglese
GB, arrestato un 14enne: stava per compiere un attentato
GB, arrestato un 14enne: stava per compiere un attentato
Il blitz della polizia dopo mesi di pedinamenti: il giovane era ormai pronto a mettere in pratica un attentato di matrice islamica
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Un anno fa, Brenton Tarrant ha fatto irruzione in due moschee uccidendo 51 persone: si è sempre dichiarato innocente, ma poche ore ha cambiato strategia ammettendo la colpevolezza di tutti i 92 capi d’accusa
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Secondo un ex agente dei servizi britannici, la guida di Al-Qaeda, successore di Bin Laden, farebbe parte dell’accordo degli Stati Uniti con i Talebani