Londra e l’Aja, sangue sul Black Friday

| Due uomini, a diverse centinaia di km di distanza, attaccano a colpi di coltello passanti ignari. L’attentatore di Londra ucciso dalla polizia, quello de l’Aja è ancora in fuga

+ Miei preferiti
Il pomeriggio che riporta le ombre scure del terrorismo nel cuore dell’Europa inizia intorno alle 15 sul Tower Bridge, il celebre ponte di Londra: all’improvviso, un uomo estrae un coltello e inizia a colpire i passanti. Su di lui si avventano in tanti, che tentano di fermarlo come possono, utilizzando anche un estintore: l’arrivo della polizia mette fine al terrore, dopo aver tentato di immobilizzarlo, gli agenti aprono il fuoco quando l’uomo, stordito da un teaser, mostra una cintura esplosiva che più tardi risulterà finta. L’uomo è stato identificato come Usman Khan, condannato nel 2012 per terrorismo e uscito dai galera un anno fa in libertà vigilata: sarebbe vicino al gruppo islamista al-Muhajiroun, guidato da un imam radicale considerato fra i soggetti più a rischio del Regno Unito. È proprio il dettaglio che si sia trattato di un uomo pericoloso, il cui nome compare su diversi rapporti dell’antiterrorismo e sospettato di aver ideato un fallito attentato alla London Stock Exchange, ad alzare la polemica sui media: com’è possibile che un soggetto così sia stato lasciato libero di agire come meglio credesse?

Il bilancio finale è più grave di quanto era apparso all’inizio: due vittime, un uomo e una donna, e altri feriti in condizioni gravi, che lottano fra la vita e la morte in ospedale.

Neanche due ore dopo, l’incubo si sposta nel centro de l’Aja, in Olanda, sulla Grote Marktstraat, la via dello shopping, affollata di gente nel giorno del “Black Friday”. Il copione, molto simile a quello di Londra: un uomo ha estratto un coltello dalle tasche e colpito chi ha avuto la sfortuna di passargli accanto. L’attentatore è riuscito a dileguarsi ed è tutt’ora ricercato dalla polizia in un’imponente caccia all’uomo: è descritto come un uomo suoi 45 anni di carnagione scura, e gli inquirenti non si sbilanciano ancora sull’ipotesi che si tratti di terrorismo. L’aggressione, per fortuna, non ha causato nessuna vittima, a parte tre feriti su cui è calato il massimo riserbo poiché si tratterebbe di tre minori.

Terrorismo
Al Qaeda promette nuove stragi
Al Qaeda promette nuove stragi
L’organizzazione terroristica di Osama bin Laden è oggi molto ridimensionata, ma torna ad alzare la testa promettendo nuove azioni che colpiranno l’America
Isis e Al-Qaeda pianificano nuovi attentati
Isis e Al-Qaeda pianificano nuovi attentati
Due diverse informative dimostrano l’intensificarsi di attività e spostamenti di grosse somme di denaro. Si teme la possibilità di nuove azioni clamorose, in stile 11 settembre
Cesare Battisti pronto allo sciopero della fame
Cesare Battisti pronto allo sciopero della fame
L’ex terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo, lamenta il trattamento a cui è sottoposto nel carcere di Rossano, dove sconta l’ergastolo nel padiglione dei jihadisti
Il fascino perverso del male
Il fascino perverso del male
Partendo dal libro autobiografico di Valeria Collina, madre dell’attentatore del London Bridge, il fenomeno del terrorismo analizzato dalla professoressa Laura Sabrina Martucci e dal dottor Maurizio Montanari
Progettava un attentato ispirandosi alla strage di Christchurch
Progettava un attentato ispirandosi alla strage di Christchurch
Un 16enne di Singapore era pronto a fare strage in due moschee per celebrare il secondo anniversario della strage compiuta da Brenton Tarrant. Secondo gli inquirenti odia i musulmani ed è affascinato dalla violenza
Viaggio nelle frange dell’estrema destra americana
Viaggio nelle frange dell’estrema destra americana
Rincuorati dal “successo” dell’assalto al Campidoglio, decine di canali inneggiano alla guerra civile e alla libertà di razzismo. Fra loro spiccano i Bangaloo Boys e i Proud Boys
Chiuso il processo di Charlie Hebdo
Chiuso il processo di Charlie Hebdo
Quattordici condanne, dai 4 anni all’ergastolo, mettono la parola fine agli attentati che sconvolsero Parigi nel gennaio 2015. Degli imputati 11 erano presenti in aula, gli altri latitanti o dati per morti
Somalia, la guerra di cui nessuno parla
Somalia, la guerra di cui nessuno parla
L’esercito americano e il gruppo terroristico al-Shabaab combattono in segreto: i primi hanno intensificato i raid aerei, i terroristi le autobombe. L’ultima vittima un contractor americano, ex Navy Seal
Il misterioso omicidio del leader di al-Qaeda
Il misterioso omicidio del leader di al-Qaeda
Abu Mohammed al-Masri sarebbe stato ucciso insieme alla figlia il 7 agosto scorso, ma la notizia è stata tenuta nascosta fino a poche ore fa. Era considerato il più importante stratega del gruppo terroristico
Austria, i veleni dopo la strage
Austria, i veleni dopo la strage
Accuse reciproche di inefficienza e scarsa attenzione verso un soggetto che era riuscito a nascondere la sua radicalizzazione. Il Paese convinto che sia necessario rivedere i protocolli e aggiungere una stretta alle norme