Attacco London Bridge, messaggi criptati sulle chat: MI5 impotente

| Al centro gli attentati con coltelli e furgoni sul London Bridge del 2017. I killer islamici avevano scambiato 329 messaggi con un estremista ma costui si rifiuta di consegnare i suoi smartphone. I legali delle vittime: "Assurdo"

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

La polizia non ha ancora potuto analizzare i messaggi WhatsApp tra i terroristi del London Bridge e un presunto estremista che si rifiuta di consegnare il suo telefono agli investigatori, secondo un’inchiesta del The Telegraph. Sajeel Shahid, che gestiva la palestra a est di Londra dove si sono incontrati i tre aggressori, ha condiviso 329 testi con Khuram Butt, uno dei killer, nel 2017 prima dell’azione terrorista che provocò morti e feriti tra i passanti-

Oltre a gestire l'Ummah Fitness Centre, dove lavoravano Butt e il complice Rachid Redouane, Shahid ha fondato anche la scuola Ad-Deen, dove Butt e Youssef Zaghba, il terzo aggressore, ha potuto insegnare a bambini di appena tre anni. 

La polizia ha trovato record di 39 chiamate e 329 messaggi WhatsApp tra il suo telefono e Butt da gennaio a maggio 2017, tra cui diversi nel bel mezzo della notte dell’attentato.

 Rachid Redouane e Youssef Zaghba e Zhuram Butt, i terroristi coinvolti nell'attacco con furgoni e coltelli a London Bridge, facevano parte dello staff del centro fitness Ummah di Ilford. 

L’avvocato Helen Boniface che rappresenta sei delle famiglie colpite, ha detto: "Le famiglie sono grate al coroner capo per aver inviato una convocazione di testimoni per chiedere al signor Shahid di assistere in tribunale e rispondere alle loro domande, ma si è rifiutato di fornire il suo telefono alla polizia, nonostante abbia dichiarato alla corte che lo avrebbe fatto, soprattutto considerando che questo telefono era in contatto regolare con Butt nei mesi precedenti l’attacco". Il rifiuto mette a nudo un problema che i servizi di sicurezza hanno faticato a superare in seguito ai recenti attacchi terroristici: la messaggistica criptata. Servizi come WhatsApp offrono agli utenti la cosiddetta "crittografia end-to-end" che rende impossibile a chiunque, a parte i destinatari, leggere le comunicazioni.  Si pensa che Butt e Redouane si siano scambiati messaggi sull'app già da dicembre 2016, ma non sono stati recuperati. l'MI5 sta ancora lottando per capire come è stato pianificato l’attacco. Shahid non è stato arrestato, ma gli avvocati che rappresentano le famiglie delle vittime si sono chiesti perché non sia stato interrogato come teste.

Nel 2006 era stato accusato di aver guidato il gruppo islamista al-Muhajiroun in Pakistan e di aver allestito un campo di addestramento nella regione di Malakand. Shanid ha sostenuto di aver lasciato ALM prima che diventasse estremista, ha insistito che tutti i contatti con Khuram Butt erano per lavoro  e che l'attacco del 2017 lo ha "indignato".  

 
Terrorismo
Attentato di Reading: è terrorismo
Attentato di Reading: è terrorismo
Fonti dell’intelligence hanno cambiato la prima versione classificando come atto terroristico l’accoltellamento di tre persone in un parco della città inglese
GB, arrestato un 14enne: stava per compiere un attentato
GB, arrestato un 14enne: stava per compiere un attentato
Il blitz della polizia dopo mesi di pedinamenti: il giovane era ormai pronto a mettere in pratica un attentato di matrice islamica
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Il killer delle moschee di Christchurch si dichiara colpevole
Un anno fa, Brenton Tarrant ha fatto irruzione in due moschee uccidendo 51 persone: si è sempre dichiarato innocente, ma poche ore ha cambiato strategia ammettendo la colpevolezza di tutti i 92 capi d’accusa
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Si avvicina la cattura di al-Zawahiri
Secondo un ex agente dei servizi britannici, la guida di Al-Qaeda, successore di Bin Laden, farebbe parte dell’accordo degli Stati Uniti con i Talebani
Condannato il fratello dell’attentatore di Manchester
Condannato il fratello dell’attentatore di Manchester
Sarebbe stato lui a guidare, istruire e armare Salman Abedi, il terrorista che si è fatto esplodere al termine del concerto di Ariana Grande
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Il killer di Hanau, un folle estremista di destra
Tobias Rathjen avrebbe anche lasciato un video in cui spiega i motivi del suo attacco contro “etnie” che ormai hanno minato per sempre la Germania
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Aimen Dean, l’artificiere di Bin Laden
Per anni ha costruito bombe per i militanti di al-Qaeda, poi ha deciso di cambiare sponda diventando un informatore dell’MI6 britannico. Oggi sta aiutando i servizi segreti occidentali a capire e combattere i jihadisti
Un domenica di paura in Europa
Un domenica di paura in Europa
Un uomo e una donna, il primo a Londra, la seconda a Gent, in Belgio, feriscono i passanti a colpi di coltello: il primo è stato ucciso, la seconda ferita. L’allarme terrorismo scatta in tutta Europa
La mente crudele di Salah Abdeslam
La mente crudele di Salah Abdeslam
Svelate alcune intercettazioni ambientali in cui l’unico terrorista sopravvissuto alla strage di Parigi del 2015 racconta a compagni di prigionia i dettagli di quella notte e dei giorni successivi
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
La Francia pronta a restituire i terroristi all’Italia
Lo svela “Le Parisien”, che parla di 13 nomi totali: ecco chi potrebbe tornare in Italia a breve per scontare le proprie condanne