Teste mozzate di 53 donne Yazide trovate a Baghouz

| Uccise in modo rituale dai miliziani ISIS. Ragazze rapite e costrette a prostituirsi per gli aspiranti "martiri". Le hanno scoperte in un tunnel gli incursori del SAS britannico, ora sotto choc. Caccia agli islamici assassini

+ Miei preferiti

MICHAEL O'BRIEN

Quando il capitano Willard e i sopravvissuti del lungo viaggio sul fiume Nang in Vitetnam, entrarono nel campo del colonnello Kurtz, fu come l’inferno dantesco. Le luci grigiastre, le acque scure, le teste mozzate, i corpi appesi ai rami e alle colonne, una triste folla di uomini e donne sofferenti e quasi ipnotizzatI, incoscienti, dispersi lungo le rive e i templi immersi nella giungla. E’ una delle scene entrate nella storia del cinema, l'atto finale di Apocalypse Now, il film sulla guerra del Vietnam creato dal regista Francis Ford Coppola nel 1969, con uno straordinario Marlon Brando nella parte del temibile colonnello Kurtz. Adesso quell'incubo è tornato oggi, nel 2019, quando gli incursori inglesi del SAS si sono imbattuti in 53 teste mozzate di donne yazide (nella foto una fossa comune scoperta due mesi fa), accatastate all’interno di un tunnel sotterraneo sotto le ultime roccaforti dell’Isis, a Baghouz, Siria.

MA QUALE DIO HA ISPIRATO GLI ASSASSINI?

In nome di quale Dio questi uomini pervertiti dal radicalismo islamico hanno potuto compiere un gesto così atroce lo si può solo immaginare. I soldati sono rimasti sotto choc. Le vittime erano donne yazide, rapite mesi fa alle loro famiglie e costrette a prostituirsi per i miliziani in attesa del "martirio", e dunque alla fine uccise in modo rituale per cancellarne ogni traccia del loro terribile calvario. Le teste erano state gettate in una discarica per rifiuti nel labirinto di tunnel che proteggevano l’ultimo rifugio del Califfato, vicino al confine iracheno.

“Nell'ora della sconfitta, la crudeltà dei jihadisti non conosceva limiti. Hanno condotto un vile massacro di queste donne disperatamente sfortunate come atto finale di depravazione e hanno lasciato le loro teste mozzate in modo che le trovassimo. La motivazione di un atto così disgustoso è incomprensibile per un essere umano così poco normale..... Nessuno dei soldati del SAS che sono entrati a Baghuz dimenticherà quello che hanno visto, che alcuni soldati hanno paragonato a una scena del film 'Apocalypse Now'. Il loro unico conforto, la loro unica consolazione è che hanno contribuito a porre fine a a un massacro così orrendo", ha detto una fonte dell'Esercito britannico. 

MILIZIANI CONFUSI TRA I PROFUGHI

 Gli incursori SAS avevano appena concluso un rastrellamento dopo uno uno scontro a fuoco particolarmente intenso e definitivo, costringendo i jihadisti alla fuga e alla resa. Un funzionario delle Forze Democratiche Siriane (SDF), sostenute dagli Stati Uniti, ha detto che oltre 1.000 jihadisti stranieri potrebbero essersi ancora confusi tra i civili a Baghouz, ”Ci si aspetta che ci siano tunnel ancora da scoprire, anche stanze sotterranee - ha detto il portavoce della SDF Mustafa Bali - Questo ci crea un problema militare". E si tenta di cercare e catturare gli autori del massacro di quelle donne innocenti. Non meritano alcuna pietà. 

Terrorismo
Johnny il Talebano torna libero
Johnny il Talebano torna libero
John Walker Lindh ha scontato 20 anni per terrorismo, ma l’America non è convinta che ex terroristi possano reinserirsi nella società civile. La storia di un ragazzo che ha scelto di combattere al fianco dei Talebani
Liberato Alessandro Sandrini
Liberato Alessandro Sandrini
Mancano conferme ufficiali, ma il 32enne bresciano sequestrato nel 2016 sarebbe stato liberato da un gruppo antigovernativo siriano
Sri Lanka: la strage nella scuola dei bambini
Sri Lanka: la strage nella scuola dei bambini
Una vicenda poco conosciuta degli attacchi sucidi di Pasqua che hanno fatto oltre 250 vittime. Il paese resta in massima allerta: messe cancellate e burqa vietato perché “è una bandiera del fondamentalismo”
Sventati due attentati terroristici
Sventati due attentati terroristici
Il primo a Los Angeles, dove un ex militare progettava di colpire diverso obiettivi, il secondo nuovamente a Christchurch, in Nuova Zelanda, dove in un appartamento sono stati trovate munizioni e una bomba
Le nuove ombre del terrore
Le nuove ombre del terrore
Dopo gli attacchi in Sri Lanka, gli analisti internazionali dell'antiterrorismo sono convinti che l’Isis non sia stato sconfitto, ma ha solo cambiato pelle e strategia per continuare a colpire e seminare morte e paura
Sri Lanka, tra arresti e timori
Sri Lanka, tra arresti e timori
Mentre il turismo crolla, le forze speciali intensificano i controlli: la scorsa notte è stato individuato un covo dei miliziani che hanno preferito farsi saltare in aria
Isis: la squadra della morte
Isis: la squadra della morte
Due medici britannici entrati nelle file dell’Isis sono accusati di torture e atrocità: asportavano organi e realizzavano esperimenti chimici come i nazisti. Secondo l’intelligence guidavano una squadra di tortura in Siria
Il terrorista diventato cittadino americano
Il terrorista diventato cittadino americano
Un jihadista islamico condannato per aver tentato di far saltare in aria un autobus è riuscito ad ottenere la cittadinanza statunitense rimanendo nel paese indisturbato per quasi un decennio
NEW IRA, scuse alla famiglia di Lyra
'L'abbiamo uccisa per errore'
NEW IRA, scuse alla famiglia di Lyra<br>
I terroristi nordirlandesi spiegano che Lyra Mc Kee è stata "tragicamente uccisa durante un attacco a una forza nemica". Prime analisi. La polizia: "Torna la lotta armata"
Sangue sulla Pasqua
Sangue sulla Pasqua
Otto esplosioni quasi simultanee in Sri Lanka lasciano a terra 200 morti e quasi 500 feriti. Le autorità proclamano il coprifuoco e oscurano i social: “Sappiamo chi sono, li prenderemo”