Tracce della ‘madre di Satana’ nella bomba di Lione

| Nel pacco bomba è stata individuato una quantità minima dell’esplosivo più volte utilizzato dall’Isis. L’ordigno azionato a distanza. I dubbi della polizia francese

+ Miei preferiti
Preoccupano ma non chiariscono, i primi risultati delle indagini sul pacco bomba esploso venerdì in rue Victor-Hugo, nel centro di Lione: l’involucro conteneva chiodi, viti e biglie in metallo che hanno ferito 13 persone, tutt’ora ricoverate in ospedale ma nessuna in pericolo di vita. La presenza di una pila elettrica e di un circuito stampato hanno svelato un primo dato inquietante: il congegno è stato manovrato a distanza con un telecomando. Secondo quanto rivela “France Info”, proprio in queste ore la procura anti terrorismo di Parigi avrebbe individuato la presenza di perossido di acetone, la temibile “madre di Satana”, esplosivo ampiamente utilizzato dall’Isis negli attentati di Parigi del 2015, di Bruxelles dell’anno successivo e a Manchester nel 2017, al termine del concerto di Ariana Grande. Conosciuto come “Tapt”, si tratta di un ordigno con potere esplosivo superiore alla dinamite, preparato mescolando tra loro ingredienti che si trovano in vendita nei supermercati, ma estremamente pericoloso perché instabile e difficilmente individuabile. Ma c’è un particolare che non è di aiuto alle indagini: le tracce della ‘madre di Satana’ sarebbero minime, e questo porta alla conclusione che non ci fosse la reale intenzione di uccidere, allontanando almeno al momento l’ipotesi di un attentato di matrice jiadista.



Continua intanto la caccia al presunto attentare, un uomo sulla trentina con il volto coperto che in sella ad una bicicletta sarebbe stato visto lasciare il pacco prima di allontanarsi. La “Police Nationale” ha diffuso un’immagine ripresa dalle telecamere di sicurezza, mentre si apprende che sui resti dell’ordigno sarebbe anche stata isolata una traccia di Dna. Al momento, non c’è stata alcuna rivendicazione.

Articoli correlati
Galleria fotografica
Tracce della ‘madre di Satana’ nella bomba di Lione - immagine 1
Terrorismo
ATTENTATO ALL'ALTA VELOCITA': ferrovie bloccate da ore, anarchici rivendicano "Gesto d'amore e rabbia"
ATTENTATO ALL
La Digos indaga sull'incendio di una cabina elettrica nella stazione di Rovezzano, Firenze. Procedimento "contro ignoti". Treni bloccati dalle 5.40. Pesanti ripercussioni sul traffico. Ritardi superiori a 4 ore
CENTINAIA DI EX MILIZIANI ISIS
PRONTI A FUGGIRE IN EUROPA
CENTINAIA DI EX MILIZIANI ISIS<br>PRONTI A FUGGIRE IN EUROPA
Denuncia del ministro degli Esteri libanese. "Corridoi" tra il confine con Siria per i miliziani in fuga dopo la disfatta. E a Roma caccia all'aspirante martire che vuole "andare in Paradiso". E' un giovane siriano radicalizzato
Schiave per sempre
Schiave per sempre
Catturate dai miliziani dell’Isis per trasformale in schiave sessuali, in tante sono riuscite a fuggire, per finire nella rete dei bordelli di Baghdad. La storia di una di loro
Un generale russo nel team del Novichok
Un generale russo nel team del Novichok
Con i due colonnelli già identificati e i due esecutori materiali del fallito attentato con il gas nervino di marzo alla spia Skripal, ex KGB, e alla figlia Julia, ora spunta l'alto ufficiale. Scoop BBC e Bellincat
Strage Bologna, trovato interruttore della bomba
Strage Bologna, trovato interruttore della bomba
Dopo 40 anni, un frammento metallico trovato nei detriti della stazione distrutta da un ordigno punterebbe sulla pista tedesco-palestinese e dei servizi segreti deviati. Il processo e l'inchiesta
Attacco London Bridge, messaggi criptati sulle chat: MI5 impotente
Attacco London Bridge, messaggi criptati sulle chat: MI5 impotente
Al centro gli attentati con coltelli e furgoni sul London Bridge del 2017. I killer islamici avevano scambiato 329 messaggi con un estremista ma costui si rifiuta di consegnare i suoi smartphone. I legali delle vittime: "Assurdo"
Jihadisti inglesi, sterminata in Siria tutta la famiglia
Jihadisti inglesi, sterminata in Siria tutta la famiglia
Anziani genitori, figli, nipoti e tre bambini: tutti morti in Siria, tra bombardamenti e scontri a fuoco. Erano partiti nel 2015 da Luton "felici di vivere nel Califfato". Sotto choc i familiari rimasti in UK: "Era una famiglia normale"
Bruxelles: arrestato un uomo per sospetto terrorismo
Bruxelles: arrestato un uomo per sospetto terrorismo
Si aggirava da giorni nei dintorni dell’ambasciata americana della capitale belga: è sospettato di essere il basista di un gruppo prossimo a colpire o un attentatore lui stesso
Condannati i genitori di Jihadi Jack
Condannati i genitori di Jihadi Jack
L’Old Bailey li ha ritenuti colpevoli di finanziamento del terrorismo per aver inviato del denaro a loro figlio, che si era unito alle file dell’Isis. La coppia si difende: “Qualsiasi genitore l’avrebbe fatto”
Torna in cella Ternera leader ETA
Torna in cella Ternera leader ETA
Il terrorista, rilasciato dalla Francia dove era in carcere, subito ricatturato per la richiesta estradizione in Spagna. Coinvolto in rapine e omicidi, partecipò anche all'attentato, 1973, in cui morì il premier Carrero Blanco