"Tutti gli ebrei devono morire"

| Identificato il killer che ha sparato nella sinagoga di Pittsburgh, ora i morti sono 10. S'è arreso alla polizia, è un estremista di destra. Il governatore: "Basta armi". Feriti 3 agenti. in un tweet: "Sto per andare a uccidere"

+ Miei preferiti

Dopo parecchio ore le autorità  di Pittsburgh hanno definito in modo preciso l’attacco alla sinagoga costato 10 morti e numerosi feriti, alcuni gravi. Non c’è dubbio sulla matrice anti-ebraica. L’attentatore che s’è arreso alla polizia ha detto “Tutti gli ebrei devono morire”.

Robert Bowers


L’attentato è avvenuto nella Sinagoga dell'Albero della Vita a Squirrel Hill. Le autorità hanno chiuso l'angolo dei viali Wikins e Shady per sicurezza. Si temeva che l’uomo armato avesse die complici. Due persone finite sotto tiro sono rimaste illese.  Dopo circa 30 minuti, il killer, Robert Bowers, un maschio bianco, si è arreso. Indossava una maglietta rossa e un paio di jeans chiari rossa. Durante la sua resa, la polizia ha riferito sullo scanner che ha detto che "tutti gli ebrei hanno bisogno di morire”. Il sindaco di Pittsburgh Bill Peduto ha twittato che anche tre agenti sono stati colpiti. Robert Bowers, 48 anni, avrebbe anche urlato slogan antisemitici mentre apriva il fuoco, tra cui "tutti gli ebrei devono morire”. Era attivo su Twitter, ma il suo account è stato cancellato dopo la sparatoria. Bowers scriveva spesso anche su una piattaforma di social media chiamata Gab, un social network di Philadelphia che si definisce "un social network che promuove la libertà di parola, la libertà individuale e il libero flusso di informazioni online". Gab è conosciuto per le sue simpatie rivolte all’estrema destra.



Il suo ultimo post è stato pubblicato poco prima della sparatoria e si riferiva alla Hebrew Immigrant Aid Society, un'organizzazione no-profit che fornisce aiuti umanitari e assistenza ai rifugiati.

Il governatore della Pennsylvania Tom Wolf ha rilasciato una dichiarazione on cui definisce la sparatoria una "tragedia assoluta". Ha detto che sta fornendo tutte le risorse necessarie alle forze dell'ordine locali e ai primi soccorritori. "Questi atti di violenza insensati non appartengono agli americani", ha detto Wolf. "I miei pensieri in questo momento sono concentrati sulle vittime, sulle loro famiglie e sull'assicurarsi che le forze dell'ordine abbiano tutte le risorse di cui hanno bisogno. Dobbiamo tutti pregare e sperare che non ci siano più perdite di vite umane”. Wolf afferma che è il momento di intervenire davvero in risposta alle sparatorie di massa. "Ma abbiamo detto 'questo è troppo' per troppo tempo", ha aggiunto Wolf. "Le armi stanno mettendo in pericolo i nostri cittadini. E all'indomani di questa tragedia, dobbiamo riunirci e agire insieme per prevenire queste tragedie in futuro. Non possiamo accettare questa violenza come se fosse normale".
 
Galleria fotografica
"Tutti gli ebrei devono morire" - immagine 1
"Tutti gli ebrei devono morire" - immagine 2
Terrorismo
Al Qaeda promette nuove stragi
Al Qaeda promette nuove stragi
L’organizzazione terroristica di Osama bin Laden è oggi molto ridimensionata, ma torna ad alzare la testa promettendo nuove azioni che colpiranno l’America
Isis e Al-Qaeda pianificano nuovi attentati
Isis e Al-Qaeda pianificano nuovi attentati
Due diverse informative dimostrano l’intensificarsi di attività e spostamenti di grosse somme di denaro. Si teme la possibilità di nuove azioni clamorose, in stile 11 settembre
Cesare Battisti pronto allo sciopero della fame
Cesare Battisti pronto allo sciopero della fame
L’ex terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo, lamenta il trattamento a cui è sottoposto nel carcere di Rossano, dove sconta l’ergastolo nel padiglione dei jihadisti
Il fascino perverso del male
Il fascino perverso del male
Partendo dal libro autobiografico di Valeria Collina, madre dell’attentatore del London Bridge, il fenomeno del terrorismo analizzato dalla professoressa Laura Sabrina Martucci e dal dottor Maurizio Montanari
Progettava un attentato ispirandosi alla strage di Christchurch
Progettava un attentato ispirandosi alla strage di Christchurch
Un 16enne di Singapore era pronto a fare strage in due moschee per celebrare il secondo anniversario della strage compiuta da Brenton Tarrant. Secondo gli inquirenti odia i musulmani ed è affascinato dalla violenza
Viaggio nelle frange dell’estrema destra americana
Viaggio nelle frange dell’estrema destra americana
Rincuorati dal “successo” dell’assalto al Campidoglio, decine di canali inneggiano alla guerra civile e alla libertà di razzismo. Fra loro spiccano i Bangaloo Boys e i Proud Boys
Chiuso il processo di Charlie Hebdo
Chiuso il processo di Charlie Hebdo
Quattordici condanne, dai 4 anni all’ergastolo, mettono la parola fine agli attentati che sconvolsero Parigi nel gennaio 2015. Degli imputati 11 erano presenti in aula, gli altri latitanti o dati per morti
Somalia, la guerra di cui nessuno parla
Somalia, la guerra di cui nessuno parla
L’esercito americano e il gruppo terroristico al-Shabaab combattono in segreto: i primi hanno intensificato i raid aerei, i terroristi le autobombe. L’ultima vittima un contractor americano, ex Navy Seal
Il misterioso omicidio del leader di al-Qaeda
Il misterioso omicidio del leader di al-Qaeda
Abu Mohammed al-Masri sarebbe stato ucciso insieme alla figlia il 7 agosto scorso, ma la notizia è stata tenuta nascosta fino a poche ore fa. Era considerato il più importante stratega del gruppo terroristico
Austria, i veleni dopo la strage
Austria, i veleni dopo la strage
Accuse reciproche di inefficienza e scarsa attenzione verso un soggetto che era riuscito a nascondere la sua radicalizzazione. Il Paese convinto che sia necessario rivedere i protocolli e aggiungere una stretta alle norme