Cassazione, rinviata la sentenza per 38 No Tav

| Rinviata di 15 giorni, per un vizio di forma, la sentenza della Cassazione che dovrà confermare le decisioni per 38 attivisti No Tav coinvolti negli scontri del 2011. L'accusa chiede la conferma delle condanne

+ Miei preferiti

Rinvio di 15 giorni, per vizio di forma,  della sentenza definitiva in Cassazione per gli attivisti No tav di area anarchica e autonoma condannati in primo e secondo grado per i gravi fatti di violenza avvenuti nel 2011 a Chiomonte, in Val Susa, ai danni dei cantieri Tav. Gli imputati sono 53 per gli scontri avvenuti il 27 giugno (sgombero del presidio della Maddalena, con decine di feriti tra le forze dell’ordine) e per il violento attacco in stile paramilitare al cantiere del 3 luglio 2011. Gli arresti risalgono in parte al 26 dicembre 2012, il processo s’è tenuto nell’aula bunker delle Vallette. In primo grado le condanne erano state 47 per un totale di 142 anni e 7 mesi di carcere. Il procuratore generale ha chiesto la conferma delle condanne.

Oltre alle condanne sono state inflitte a vario titolo risarcimenti, provvisionali e spese processuali per cifre enormi. Nel secondo grado, con il procuratore generale Francesco Saluzzo nel ruolo dell’accusa, le condanne sono state 38. La sentenza definitiva, una volta che le eventuali condanne (tra cui a carico di  alcuni leader del movimento con precedenti fascicoli già chiusi con sentenze definitive), fossero confermate, si apriranno le porte del carcere per almeno una decina di attivisti. Poi il capitolo dei risarcimenti, oltre 145 mila euro le provvisionali decise per giudici per risarcire sindacati di polizia e Ministeri e 250 mila euro di spese legali per le parcelle degli avvocati di parte civile. In programma iniziative di lotta e di sostegno in Valle Susa ma anche a Roma, davanti alla sede della Corte di Cassazione da parte soprattutto dell’area autonoma della capitale. Anche gli anarchici, a Torino, hanno organizzato una manifestazione di solidarietà in centro. Venerdì 13 Aprile, al Palazzetto dello Sport di Bussoleno, assemblea plenaria con tutte le anime del movimento che si oppone al treno veloce per discutere gli esiti della sentenza e per decidere le nuove strategie di lotta in vista dell’estate.

 
Torino
Addio rapine in banca, non rendono più
Addio rapine in banca, non rendono più
In Piemonte calo del 90 per cento in dieci anni. Il racket ha lasciato un settore che si è efficacemente auto-difeso. Restano in campo rapinatori occasionali e tossicodipendenti
Bocuse d’Or, a Torino le Olimpiadi della cucina
Bocuse d’Or, a Torino le Olimpiadi della cucina
Aelezioni continentali delle Olimpiadi d’alta cucina, neo-capitale dell’alta gastronomia italiana. Si parte il 10 giugno all’Oval Lingotto, in gara la pasticceria mondiale
Ex M5s contro M5s, in Val Susa delusione e rabbia
Ex M5s contro M5s, in Val Susa delusione e rabbia
Domani alle 15 presidio davanti al Comune degli oppositori al sì ai giochi invernali del 2026. Documenti e proteste dall'area antagonista e No Tav. Il documento di Sistema Torino
M5s: scambio tra ex portaborse e deputato?
M5s: scambio tra ex portaborse e deputato?
Attivisti del movimento No Tav perplessi sui risultati delle parlamentarie, mentre cala il sipario sull'aspirante candidato Mario Crociati. In Val Susa s'interrogano sul significato del caso Scibona. Il portaborse dell'ex portaborse
Banda larga, welfare e immigrazione: il centro del problema
Banda larga, welfare e immigrazione: il centro del problema
Assemblea regionale Anci a Torino con il prefetto e le istutizioni europee. Il ruolo dei piccoli comuni messo sempre più in discussione dai tagli dei bilanci cerca di ricostruirsi anche con l'aiuto dei privati