Lost in Asia

| Vent’anni alla scoperta delle orgogliose e indimenticabili popolazioni, degli usi e delle affascinanti culture orientali, raccolti nel primo libro di Mario Cimarosti, un viaggiatore per professione affamato di mondo

+ Miei preferiti

Poche settimane fa, Mario Cimarosti, 46 anni, tour operator veneziano, dal 1994 Casco Blu dell’ONU che ha preso parte alla missione di pace “Albatros” in Mozambico, ha pubblicato il suo primo libro, “Ai confini dell’Asia, avventure e incontri tra Zar, sultani e maioliche” (Ediciclo Editore, 224 pagg): un racconto “on the road” attraverso 14 fusi orari per testimoniare le incantevoli terre lungo l’antica e sempre affascinante "Via della Seta", il percorso attraverso cui si snodavano i commerci fra l'impero cinese e quello romano.

Il risultato è un dettagliato diario che raccoglie vent’anni di viaggi alla scoperta dell’Oriente, pieno di note, fotografie e appunti, ma soprattuto dei racconti degli emozionanti incontri con popolazioni lontane, fiere, accoglienti ed ospitali, esperienze dirette, vissute sulla pelle, che rappresentano una lezione di vita fondamentale, capace di abbattere ogni barriera e qualsiasi pregiudizio.

Due anni fa, nel settembre del 2018, l’autore ha pensato fosse giunto il momento di raccogliere in un libro i lunghi anni delle proprie esperienze di viaggio, per far conoscere le meraviglie incontrate lungo un percorso straordinariamente ricco, lungo 24.441 km. È iniziato così un altro viaggio personale: riportare alla luce della memoria i ricordi dei volti e le emozioni vissute mescolandosi tra popoli ricchi di storia e cultura, intervallanti da paesaggi incantevoli che tolgono il fiato, in passato attraversati dai più grandi conquistatori di tutti i tempi: da Alessandro Magno a Gengis Khan, fino a Tamerlano.

Le esperienze vissute in prima persona sono tante, una più straordinaria dell’altre: due settimane sulla leggendaria “Transiberiana”, fra i paesaggi aridi della Siberia e le dune del deserto del Gobi, in Mongolia, ancora l’emozionante spettacolo della “Grande Muraglia Cinese” e quello dell’Esercito di Terracotta, nella Città Probita di Pechino. L’autore ha attraversato tutta l’Asia Centrale fino a Samarcanda, per poi proseguire il percorso nel Caucaso nelle terre dei guerrieri del fuoco fra Azerbaijan, Georgia e Armenia, dove è impossibile non condividere il dolore del genocidio, ancora vivo e reale negli occhi della gente. Il viaggio è proseguito fino al Mar Mediterraneo, sfociando nelle acque tra il Mar di Marmara e il Mar Nero, lungo il corno d’oro del Bosforo, visitando i Palazzi dei Sultani dell’antica Costantinopoli, l’attuale Istanbul.

Ma quello di Cimarosti è anche un viaggio intimo e personale, iniziato dall’isola di Murano, dove è nato ed ha vissuto insieme al padre Ernesto, un artista vetraio, e non a caso ispirato dagli epici viaggi di un conterraneo illustre come Marco Polo, un uomo altrettanto affamato di confini da superare ed emozioni da vivere.

Ma un viaggio che incredibilmente finisce per riallacciarsi sempre al punto di partenza,  Venezia, un tempo la capitale del mondo: San Pietroburgo, in Russia, è chiamata la “Venezia del Nord”, e lo stesso vale per il villaggio di pescatori di Suzhou, in Cina, soprannominato la “Venezia d’Oriente”. In Azerbaijan, nella città della seta di Sheki, il vetro di Murano impreziosisce il Palazzo del Gran Khan, e succede anche in Armenia, nel Monastero Mechitarista sull’isola di San Lazzaro, e infine a Istanbul, in Turchia, dove il quartiere Pera si affaccia sullo stretto del Bosforo da Ponte Galata, un tempo florida colonia veneziana.

Un percorso immenso attraversando mezzo pianeta che ha saputo riempire l’anima e gli occhi di un viaggiatore di professione, lasciando in eredità la scoperta di un inaspettato bisogno di meditazione, cura intima e antica scoperta attraversando l’Oriente, che ha saputo trasformare il viaggio stesso in una insperata e profonda cura spirituale che ha dissetato la sete di conoscenza e riempito le valigie con la sensazione di aver riportato indietro purissimo cibo per l’anima. Un tesoro che non ha prezzo.

Il libro è disponibile in edizione cartacea (€ 15) o in formato ebook (€ 8,99), ed è presentato direttamente dall’autore al link https://youtu.be/YVirNDOAd1I.

Galleria fotografica
Lost in Asia - immagine 1
Lost in Asia - immagine 2
Lost in Asia - immagine 3
Lost in Asia - immagine 4
Lost in Asia - immagine 5
Lost in Asia - immagine 6
Lost in Asia - immagine 7
Lost in Asia - immagine 8
Lost in Asia - immagine 9
Lost in Asia - immagine 10
Lost in Asia - immagine 11
Viaggi & Resort
Il Regno Unito riapre al turismo
Il Regno Unito riapre al turismo
L’obbligo di quarantena per tutti sostituito da un sistema a semaforo in cui sono classificati i paesi ancora soggetti a forti contagi, quelli in cui la situazione è parzialmente sotto controllo e quelli usciti dal tunnel della pandemia
Le compagnie aeree si attrezzano per ripartire
Le compagnie aeree si attrezzano per ripartire
All’aeroporto di Dubai, la Emirates impone un esame del sangue ai passeggeri prima dell’imbarco, mentre la Ethiad sta per installare punti di controllo medico obbligatorio
L'ammutinamento del Norwegian Spirit
L
Al terzo porto saltato, i passeggeri di una nave da crociera diretta nel nord Europa hanno inscenato una protesta. Oltre a lamentare un itinerario diverso da quello acquistato, tanti problemi con il cibo e le cabine
Jill Paider, la donna con la valigia
Jill Paider, la donna con la valigia
L’invidiabile capacità di una fotografa professionista che gira il mondo per lavoro usando soltanto un trolley da cabina
Truck Surf Hotel, la casa dei surfisti
Truck Surf Hotel, la casa dei surfisti
Ideato da una coppia di surfisti, attraversa le cose del Portogallo a caccia di onde. A bordo posto per 10 persone
La guerra alla pipì di Parigi
La guerra alla pipì di Parigi
Sono entrati in servizio i primi quattro Uritrottoir, orinatoi hi-tech che secondo i parigini deturpano il paesaggio
Dubai Square, lo shopping-tech
Dubai Square, lo shopping-tech
Sarà il più grande centro commerciale del mondo, grande quanto 100 campi di calcio. Fra centinaia di negozi decine di spazi, arene, teatri, acquapark e tanta tecnologia di ultima generazione
"Stop turisti e immigrati nell'Isola di Pasqua"
"Stop turisti e immigrati nell
Il turismo di massa minaccia l'ambiente e la cultura Rapa-Nui. Il sindaco favorevole a una chiusura totale, il Cile ha invece deciso misure restrittive ma giudicate "inefficaci"
Il viaggio di Julia e Tracy
Il viaggio di Julia e Tracy
La prima è una donna sudafricana di 80 anni, la seconda una Toyota Corolla del 1997: insieme hanno affrontato per intero le strade del continente africano per raggiungere Londra e prendere un tè. Ma la regina Elisabetta non era in casa
Un giorno da Super Mario
Un giorno da Super Mario
L’attrazione più amata di Tokyo? Noleggiare un kart, vestirsi come i personaggi della saga di “Super Mario” e gettarsi nel traffico