Un giorno da Super Mario

| L’attrazione più amata di Tokyo? Noleggiare un kart, vestirsi come i personaggi della saga di “Super Mario” e gettarsi nel traffico

+ Miei preferiti
Si può scegliere liberamente chi essere per qualche ora: Super Mario, Luigi, Peach, Daisy, Toad, Bowser, Yoshi, Rosalinda, Wario o Waluigi. Indossato il costume, si sale sul kart e via, pronti ad affrontare il traffico tentacolare di Tokyo, 15 milioni di abitanti, semafori a grappoli, pedoni a ondate e strade caotiche.

È una delle più curiose trovate turistiche della capitale del Giappone, ideata nel 2015 dalla “MariCar”, una società che offre go-kart tour in costume ispirati a “Mario Kart”, un videogioco spin-off della più celebre saga di “Super Mario”, l’idraulico simbolo della “Nintendo” con maglietta rossa, salopette blu, guanti bianchi e baffoni.

Quasi inutile aggiungere che il go-kart tour di Super Mario è una delle attrazioni più amate di Tokyo, Osaka e Okinawa, dove è stato inaugurato da poco. “È una sensazione particolare - assicura Catherine Ishii, direttrice di MariCar Tokyo - perché aumenta l’effetto scenico del tour permettendo di immergersi nel traffico”. Un’esperienza che, accompagnata dai costumi, può dare l’idea di poter vivere una sfida di velocità simile a quella del videogioco: “Non è così: i kart possono raggiungere gli 80 km/h di velocità, ma i limiti e le norme del codice della strada vanno osservati scrupolosamente. Anzi, consigliamo sempre di andare piano perché si viaggia su mezzi aperti, privi di protezione, e si è molto vicini al suolo, quindi qualsiasi sobbalzo risulta amplificato”.

Aperto a chiunque abbia una patente internazionale in corso di validità (quella italiana non è sufficiente), con tour che vanno dalle 2 alle 4 ore e prezzi che partono dai 60 euro a persona, il Go-Kart Tour Super Mario è già finito sotto accusa per alcuni incidenti, oltre a finire in tribunale con una citazione per plagio della Nintendo, conclusa con l’inattesa sconfitta della multinazionale dei videogame. Sul sito della MariCar è specificato che “L’attrazione non è in alcun modo un riflesso del videogioco Mario Kart”.

Galleria fotografica
Un giorno da Super Mario - immagine 1
Un giorno da Super Mario - immagine 2
Un giorno da Super Mario - immagine 3
Un giorno da Super Mario - immagine 4
Un giorno da Super Mario - immagine 5
Un giorno da Super Mario - immagine 6
Un giorno da Super Mario - immagine 7
Viaggi & Resort
Il Regno Unito riapre al turismo
Il Regno Unito riapre al turismo
L’obbligo di quarantena per tutti sostituito da un sistema a semaforo in cui sono classificati i paesi ancora soggetti a forti contagi, quelli in cui la situazione è parzialmente sotto controllo e quelli usciti dal tunnel della pandemia
Le compagnie aeree si attrezzano per ripartire
Le compagnie aeree si attrezzano per ripartire
All’aeroporto di Dubai, la Emirates impone un esame del sangue ai passeggeri prima dell’imbarco, mentre la Ethiad sta per installare punti di controllo medico obbligatorio
L'ammutinamento del Norwegian Spirit
L
Al terzo porto saltato, i passeggeri di una nave da crociera diretta nel nord Europa hanno inscenato una protesta. Oltre a lamentare un itinerario diverso da quello acquistato, tanti problemi con il cibo e le cabine
Jill Paider, la donna con la valigia
Jill Paider, la donna con la valigia
L’invidiabile capacità di una fotografa professionista che gira il mondo per lavoro usando soltanto un trolley da cabina
Truck Surf Hotel, la casa dei surfisti
Truck Surf Hotel, la casa dei surfisti
Ideato da una coppia di surfisti, attraversa le cose del Portogallo a caccia di onde. A bordo posto per 10 persone
La guerra alla pipì di Parigi
La guerra alla pipì di Parigi
Sono entrati in servizio i primi quattro Uritrottoir, orinatoi hi-tech che secondo i parigini deturpano il paesaggio
Dubai Square, lo shopping-tech
Dubai Square, lo shopping-tech
Sarà il più grande centro commerciale del mondo, grande quanto 100 campi di calcio. Fra centinaia di negozi decine di spazi, arene, teatri, acquapark e tanta tecnologia di ultima generazione
"Stop turisti e immigrati nell'Isola di Pasqua"
"Stop turisti e immigrati nell
Il turismo di massa minaccia l'ambiente e la cultura Rapa-Nui. Il sindaco favorevole a una chiusura totale, il Cile ha invece deciso misure restrittive ma giudicate "inefficaci"
Il viaggio di Julia e Tracy
Il viaggio di Julia e Tracy
La prima è una donna sudafricana di 80 anni, la seconda una Toyota Corolla del 1997: insieme hanno affrontato per intero le strade del continente africano per raggiungere Londra e prendere un tè. Ma la regina Elisabetta non era in casa
Cerro Gordo, la ghost town in vendita
Cerro Gordo, la ghost town in vendita
Quello che un tempo era un villaggio di frontiera della California divenuto celebre per una ricca miniera oggi esaurita, è in vendita in blocco: 22 edifici fra cui un saloon e un albergo, a 925mila dollari