Gli inglesi contro il Prosecco

| Malgrado i grattacapi della Brexit, in Gran Bretagna è in atto una campagna diffamatoria verso l'italianissimo Prosecco, amato in tutto il paese. Ma forse il motivo è proprio questo

+ Miei preferiti

Sarà che l'umorismo inglese non richiede risate, ma sorrisi contenuti. Tutto può essere, per scoprire i retroscena di una curiosa querelle che proprio in queste ore sta montando fra l'Italia e la Gran Bretagna, come se la Brexit non avesse fatto abbastanza danni. Tutto parte da un'accusa che da giorni rimbalza su alcuni quotidiani, in cui secondo alcuni esperti rintracciati in loco, ovviamente, il Prosecco, uno dei vanti dell'enologia italiana, sarebbe causa di disturbi ai denti. Colpa, si dice, di un'acidità dovuta alla presenza di anidride carbonica, che unita ad alcol e zuccheri, metterebbe a serio rischio la dentatura dei consumatori più assidui. Questo, almeno, secondo il parere di Damien Walmsley, consulente (esterno) della British Dental Association.

Una sparata che il sito "Mail online" ha immediatamente rimbalzato sulle proprie pagine, a cui si sono accodati quotidiani serissimi come il Guardian, che a sua volta ha pubblicato il parere di un esperto, seguito a ruota da tutti gli altri. Secca la risposta di "Londra Italia", portale italiano molto seguito, che ha riassunto la questione bollandola come semplice e malsana "fake news".

Il sospetto, che in certi casi vale più di un indizio, punta dritto verso una forma di invidia per un business consolidato: gli inglesi amano il vino frizzante, specie quello italiano, di cui ne mandano giù 40 milioni di litri ogni anno.

Wine
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani
Ben 21 donne accusano di stupro, molestie e ricatti sessuali i vertici della “Court of Master Sommeliers Americas”: a svelare l’intrigo un’inchiesta del New York Times
All’asta da Sotheby’s la Mcallan Red Collection
All’asta da Sotheby’s la Mcallan Red Collection
Una rarissima collezione di sei whisky scozzesi invecchiati è la punta di diamante della seconda asta dedicata ai grandi distillati del mondo
La magia della vendemmia in Toscana
 La magia della vendemmia in Toscana
Fra settembre e ottobre le cantine del Movimento Turismo del Vino Toscana aprono le proprie porte durante il periodo più suggestivo dell’anno: la vendemmia, un’occasione da vivere in prima persona
Bastianich mette all’asta la sua cantina
Bastianich mette all’asta la sua cantina
Oltre 30.000 bottiglie di vini pregiati e rari della cantina del ristorante “del Posto” di New York, tra cui tesori italiani come Gaja, Conterno, Rinaldi, Bartolo Mascarello, Ornellaia, Sassicaia e altri
Vino & arte alla Rocca di Dozza
Vino & arte alla Rocca di Dozza
Dal 2 luglio al 6 agosto tornano le “Sere d’estate fresche di vino…a corte”: visite museali e degustazioni dei grandi vini regionali dell’Emilia-Romagna
Alla scoperta del Primitivo di Manduria
Alla scoperta del Primitivo di Manduria
A settembre, due appuntamenti dedicati ai “wine lover” permettono di scoprire le bellezze storiche, naturalistiche e soprattutto vitivinicole del celebre doc pugliese
Chianti Lovers, appuntamento a Firenze
Chianti Lovers, appuntamento a Firenze
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano: 4mila i visitatori della scorsa edizione
Ventimila liquori sotto i mari
Ventimila liquori sotto i mari
Una società specializzata nella caccia ai relitti ha riportato in superficie 900 bottiglie di liquore affondate con un piroscafo svedese nel lontano 1917
Atomik, la vodka di Chernobyl
Atomik, la vodka di Chernobyl
Realizzata distillando acqua e cereali della zona proibita, non presenta tracce di radioattività ed è nata per dare una mano a zone dimenticate
Champagne e patatine, grazie
Champagne e patatine, grazie
Una delle massime dirigenti della “Moët & Chandon”, ha svelato il segreto: il miglior abbinamento per il celebre spumante francese è con il piatto tipico dello street-food