Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani

| Ben 21 donne accusano di stupro, molestie e ricatti sessuali i vertici della “Court of Master Sommeliers Americas”: a svelare l’intrigo un’inchiesta del New York Times

+ Miei preferiti
Per tutti è “The Court”, la corte, diminuitivo della serissima “Court of Master Sommeliers”, organizzazione fondata in Inghilterra nel 1977 per incoraggiare la cultura del vino e favorire la sottile arte degli abbinamenti con il cibo. Dotata addirittura di un rigoroso tribunale interno, The Court assegna il titolo di “Master Sommelier”, il più importante riconoscimento del settore, che apre le porte a carriere luminose e contratti ricchissimi con ristoranti pluristellati, ma così difficile da ottenere che ogni anno l’impresa riesce a non più di una decina di candidati in tutto il mondo: sono stati appena 155 dal 1977 ad oggi.

I maestri sommelier lavorano nei migliori ristoranti del pianeta, diventano ambasciatori per marchi prestigiosi come “Krug” e “Moët Hennessy”, sono richiesti come consulenti dalle migliori catene alberghiere, sulle crociere di lusso e dalle più prestigiose maison vitivinicole del mondo. Guadagnarsi la spilla rosso e oro è un obiettivo che spalanca un mondo esclusivo fatto di denaro e privilegi: secondo un sondaggio del 2017, i master sommelier possono contare mediamente su un reddito annuo di 164.000 dollari e consulenze che non scendono mai sotto i 1.000 dollari al giorno.

Ma tutto questo, di colpo, sta venendo giù come un castello di carte. A trascinare nella bufera l’élite dei degustatori americani, che ha sede nella Napa Valley californiana, sono 21 donne, che una dopo l’altra hanno sporto denuncia per essere state oggetto di ricatti sessuali in cambio dell’ammissione ai programmi o promesse di carriere. A complicare le cose, il dettaglio che almeno una parte dei vertici della “CSM Americas” fosse al corrente di tutto, ma non abbia mai provato a mettere un freno.

La rivelazione parte dal “New York Times”, che racconta la vicenda dall’inizio, dall’impennata di domande di iscrizione che ha travolto l’organizzazione quando su “Netflix” è andato in onda  un documentario dedicato alla figura dei sommelier e al difficile e affascinante percorso necessario per fregiarsi del titolo. Alla sede della CSM sono arrivate oltre 12mila richieste, molte di giovani donne, dettaglio che evidentemente ha messo in moto la fantasia dei vertici di The Court.

Secondo quanto racconta il quotidiano newyorkese, un maestro sommelier avrebbe proposto ad almeno 15 candidate favori e contratti in cambio di sesso. Un altro avrebbe espulso da un’aula piena di studenti una donna che aveva rifiutato le sue avance, ma all’appello non manca neanche un caso di violenza carnale subita da una donna da parte di un importante maestro sommelier di New York.

Fra i nomi finiti nei pasticci Fred Dame, primo master americano e nientemeno fondatore della Court Master Sommeliers americana, e Geoff Kruth, uno degli insegnanti più quotati e apprezzati, che ha immediatamente rassegnato le dimissioni. I vertici della “Court of Master Sommeliers” si sono affrettati a dichiararsi sconvolti, assicurando che erano convinti “del mantenimento dei più alti standard di condotta e integrità da parte dei nostri professionisti”.

Galleria fotografica
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani - immagine 1
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani - immagine 2
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani - immagine 3
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani - immagine 4
Sesso & vino, lo scandalo dei sommelier americani - immagine 5
Wine
Cantine a fumetti
Cantine a fumetti
Un progetto nato dal “Movimento Turismo del Vino Toscana” e dalla “Scuola Internazionale Comics” di Firenze per raccontare dieci storie di dieci vini toscani attraverso una diversa forma e un linguaggio nuovo
All’asta da Sotheby’s la Mcallan Red Collection
All’asta da Sotheby’s la Mcallan Red Collection
Una rarissima collezione di sei whisky scozzesi invecchiati è la punta di diamante della seconda asta dedicata ai grandi distillati del mondo
La magia della vendemmia in Toscana
 La magia della vendemmia in Toscana
Fra settembre e ottobre le cantine del Movimento Turismo del Vino Toscana aprono le proprie porte durante il periodo più suggestivo dell’anno: la vendemmia, un’occasione da vivere in prima persona
Bastianich mette all’asta la sua cantina
Bastianich mette all’asta la sua cantina
Oltre 30.000 bottiglie di vini pregiati e rari della cantina del ristorante “del Posto” di New York, tra cui tesori italiani come Gaja, Conterno, Rinaldi, Bartolo Mascarello, Ornellaia, Sassicaia e altri
Vino & arte alla Rocca di Dozza
Vino & arte alla Rocca di Dozza
Dal 2 luglio al 6 agosto tornano le “Sere d’estate fresche di vino…a corte”: visite museali e degustazioni dei grandi vini regionali dell’Emilia-Romagna
Alla scoperta del Primitivo di Manduria
Alla scoperta del Primitivo di Manduria
A settembre, due appuntamenti dedicati ai “wine lover” permettono di scoprire le bellezze storiche, naturalistiche e soprattutto vitivinicole del celebre doc pugliese
Chianti Lovers, appuntamento a Firenze
Chianti Lovers, appuntamento a Firenze
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano: 4mila i visitatori della scorsa edizione
Ventimila liquori sotto i mari
Ventimila liquori sotto i mari
Una società specializzata nella caccia ai relitti ha riportato in superficie 900 bottiglie di liquore affondate con un piroscafo svedese nel lontano 1917
Atomik, la vodka di Chernobyl
Atomik, la vodka di Chernobyl
Realizzata distillando acqua e cereali della zona proibita, non presenta tracce di radioattività ed è nata per dare una mano a zone dimenticate
Champagne e patatine, grazie
Champagne e patatine, grazie
Una delle massime dirigenti della “Moët & Chandon”, ha svelato il segreto: il miglior abbinamento per il celebre spumante francese è con il piatto tipico dello street-food